• -19%
Gewurztraminer Atisis Colterenzio - Enoteca Telaro
Gewurztraminer Atisis Colterenzio - Enoteca Telaro
Gewurztraminer Atisis Colterenzio - Enoteca Telaro
Gewurztraminer Atisis Colterenzio - Enoteca Telaro

Atisis Gewurztraminer Alto Adige DOC Colterenzio 2013

Non disponibile
13,94 € 17,21 € -19%
  • DenominazioneDenominazione: Alto Adige DOC
  • UveUve: Gewurztraminer
  • ColoreColore:Giallo Paglierino
  • OdoreOdore:Note di Rosa Canina, noce Moscata, Cannella
  • SaporeSapore:Complesso e Strutturato 
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:13% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:10 - 12° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Ottimo con crostacei, grigliate di mare o carni bianche

In Alto Adige, i numeri colossali sfoggiati da aziende cooperative come Colterenzio non devono ingannare. Non siamo di fronte ad un produzione ottenuta tramite dinamiche produttive standardizzate, ma dinanzi ad un raffinatissimo artigianato vitivinicolo che è figlio di un lunghissimo percorso di sviluppo, della consulenza di alcune delle massime autorità in campo enologico e di un atteggiamento che persegue la tradizione tramite le rigorosissime cure dei vigneti a disposizione dell’azienda; culle di piante che arrivano a quarant’anni d’età. Si riconferma al top il Cabernet Lafòa, un rosso che delizia con profondità ed equilibrio nei primi anni di vita ma che è capace di sorprendenti evoluzioni negli anni. Straordinario anche il Bianco LR Riserva, figlio della grandiosa annata 2015, capace di conciliare sontuosità di sorso e personalità minerale.

CARATTERISTICHE

Atisis Gewurztraminer Alto Adige DOC Colterenzio, di color giallo paglierino. Al naso, canella, rosa canina, noce moscata. Al palato complesso, strutturato.

ABBINAMENTI

Atisis Gewurztraminer Alto Adige DOC Colterenzio, si abbina con crostacei, grigliate di mare.

Trentino Alto Adige

L'Alto Adige è un esempio di eccellente conservazione e valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale di una regione in cui la viticoltura si integra in maniera perfetta nel rispetto dell'ambiente, poiché fa parte di un storia che inizia 3.000 anni fa, si sviluppa al tempo dei Romani, prosegue nel Medioevo grazie all'opera dei monaci benedettini per arrivare fino alle cantine sociali e ai produttori indipendenti dei tempi recenti.

La particolare morfologia dell'Alto Adige è dovuta all'opera di erosione del fiume Isarco e del fiume Adige, che hanno scavato due ampie e profonde valli tra le Dolomiti per andare poi a confluire a Bolzano, considerata nelle statistiche internazionali una città con la qualità media della vita tra le più alte al mondo. Nelle zone più pianeggianti delle valli e sugli altipiani circostanti si coltiva la vite, che si arrampica poi fino ai 1.000 metri. Su queste rocce grigie e viola formatesi oltre 250 milioni di anni fa trovano posto vigneti capaci di esprimere potenza e allo stesso tempo grande finezza aromatica grazie alle forti escursioni termiche.

Tra i vitigni rossi troviamo Pinot Nero, Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, in questi il Trentino mostra la propria vocazione sia con i vitigni internazionali con il proprio vitigno autoctono per eccellenza, il Teroldego. La vite si coltiva dai 70 metri nei pressi del Lago di Garda fino agli 800 metri della Val di Cembra. I suoli sono prevalentemente calcarei e pietrosi, il che determina un buon drenaggio del terreno. Le precipitazioni si concentrano in primavera e autunno, con inverni piuttosto nevosi alternati a estati calde e miti.

Sono i vini bianchi, tra i migliori d'Italia, ad aver reso celebre la viticoltura altoatesina, che può essere suddivisa in sette zone. Tra i vitigni bianchi, i più utilizzati sono Pinot Grigio, Pinot Bianco, Chardonnay, Sauvignon e l'autoctono Gewurztraminer. La vite si coltiva dai 70 metri nei pressi del Lago di Garda fino agli 800 metri della Val di Cembra. I suoli sono prevalentemente calcarei e pietrosi, il che determina un buon drenaggio del terreno. Le precipitazioni si concentrano in primavera e autunno, con inverni piuttosto nevosi alternati a estati calde e miti.

VITIGNO: GEWÜRZTRAMINER

Gewürztraminer

LA PIANTA

La vite non è particolarmente rigogliosa ma in grado di sopportare buone produzioni. Recentemente il sistema di coltivazione è mirato alla qualità, con pochi grappoli per ceppo e tante piante per ettaro. Ha un grappolo piccolo, tozzo e compatto, a volte provvisto di una o due ali. Gli acini sono di medie dimensioni, leggermente allungati, con una buccia pruinosa, spessa e consistente, che assume una colorazione ramata al culmine della maturazione. Si raccoglie generalmente intorno alla metà di settembre, anche se sopporta bene le vendemmie tardive.

IL VINO

Vinificato esclusivamente in acciaio, è un vino dal colore paglierino intenso e carico che mostra immediatamente la sua intensa aromaticità, espressa dalle particolari note di acqua di rose, fiori bianchi e agrumi. In bocca è morbido e avvolgente, spesso grasso e sapido, dotato di una lunga persistenza sovente accompagnata da una chiusura leggermente amarognola. Nelle versioni da uve surmature o passite diminuisce la freschezza aromatica e crescono le note di frutta matura o candita (albicocca in particolare), nonché l'opulenza gustativa. Questi ultimi sono vini in grado di reggere lunghi invecchiamenti.

La zona di Cornaiano è caratterizzata da un territorio ondulato, dove le vigne si alternano fra loro senza soluzione di continuità. È qui che si staglia la Cantina Colterenzio e la porzione principale dei vigneti coltivati dai circa 300 soci conferitori: piccole aziende familiari a cui fanno riferimento proprietà che in molti casi non raggiungono l’ettaro di estensione. Tocca poi all’enologo Martin Leymar l’onore e l’onere di valorizzare ogni singola partita, interpretando il variegato puzzle ampelografico all’insegna di finezza e riconoscibilità, tanto sui bianchi quanto sui rossi. Difficile scegliere il vino più convincente della linea Lafóa, con ben tre etichette giunte alle nostre finali. Lo Chardonnay ’16 si presenta tra profumi stratificati, col frutto che lascia gradualmente spazio alle note minerali e floreali nel sorso ricco e prospettico. Più esotico e agile il Sauvignon ’16, mentre il Cabernet Sauvignon ’15 si rivela solido, potente e dotato di grande lunghezza.

Gambero Rosso

No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.