• -8,00 €
Barrua Agricola Punica
Barrua Agricola Punica
Barrua Agricola Punica
Barrua Agricola Punica

Barrua IGT Agricola Punica 2017

22,33 € 30,33 € -8,00 €
  • DenominazioneDenominazione:Isola dei Nuraghi IGT
  • UveUve:85% varietà autoctone, 15% varietà francesi
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:15% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:16 - 18° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Grigliate, maialino arrosto, prosciutto, formaggi stagionati.
Ordinalo ora per riceverlo tra Martedì 30 e Mercoledì 1 dicembre

Barrua IGT Agricola Punica

Barrua IGT Agricola Punica nominato come il Sassicaia Sardo.

Barrua IGT Agricola Punica Fu un vero visionario Giacomo Tachis quando nel 2002 immaginò di creare i Supersardi, tagli bordolesi arricchiti dal Carignano: vini pieni, eleganti, dai caratteri profondamente mediterranei e salini, graditi ai mercati internazionali. Dall'alleanza tra la Tenuta San Guido e la Cantina Santadi nasce Agripunica, il cui destino è anche quello del Sulcis minerario, portato alla ribalta dell'alta enologia italiana. L'export verso il mercato estero consente di far conoscere e valorizzare la produzione sarda, adattando il gusto straniero alla territorialità calda e austera dell'Isola. Il Barrua, sempre ai vertici, nasce da un assemblaggio tra uve Carignano, Cabernet Sauvignon e Merlot. Il Montessu, proviene da vigne più giovani, ed è un blend di Carignano, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Syrah e Merlot. .

CARATTERISTICHE

Barrua IGT Agricola Punica ha un colore rosso rubino scuro, con riflessi violacei. Spettro olfattivo variegato e originale. Si apre con le note di visciola, mora in confettura, acqua di rose, violetta, pot-pourri, cioccolata al sale, bacca di mirto, ginepro. Sullo sfondo i sentori mentolati e balsamici. Sorso appagante, pieno e croccante. Si sviluppa con rigore mostrando freschezza e sapidità bilanciati all'interno di una trama tannica ordinata e composta. Finale fruttato, lievemente amarognolo. Cemento e barrique.

ABBINAMENTI

Barrua IGT Agricola Punica con Sella di cervo al ginepro

REGIONE: SARDEGNA

Sardegna

La Sardegna vanta il primato di regione con la tradizione vitivinicola più antica. Una recente scoperta da parte di un gruppo di paleobotanici del Centro Conservazione Biodiversità dell'Università degli Studi di Cagliari ha rinvenuto semi di Malvasia e Vernaccia databili a 3000 anni fa, anticipando di secoli la diffusione della viticoltura nel Mediterraneo da parte dei Fenici.La Sardegna non è però ancora riuscita a sfruttare appieno il proprio potenziale di grande varietà di vitigni e vini originali che può offrire. Ad eccezione di alcune aziende che già operano ad alti livelli con continuità, ci sarebbe molto spazio per nuove generazioni di produttori che volessero puntare sulla qualità, piuttosto che accontentarsi di produzioni massificate da parte di grandi cantine. Guardando avanti, però questo limite rappresenta un potenziale. La categoria dei vini rossi è capitanata da Cannonau, Carignano e Monica, gli abitanti della regione bevono maggiormente i rossi della regione, mentre i numerosi turisti bevono maggiormente bianco, ma per fortuna le migliori etichette iniziano ad essere esportate in modo consistente: un successo destinato a crescere.

Il vino sardo offre tanti esempi di efficace personalità, frutto della felice relazione tra territorio e vitigno sia nel caso delle varietà più diffuse, sia per quelle minori come Bovale, Girò, Cagnulari, Semidano, Caddiu o Nieddera, sia infine per le tipologie internazionali come il Cabernet Sauvignon, che in Sardegna ha trovato una delle migliori espressioni nazionali.

Regione
Sardegna
Provenienza
Italia
Denominazione
Isola dei Nuraghi IGT
Uve
Blend
Gradazione (% vol.)
15
Contenuto
75 Cl
Tipologia
Rosso
BARAGR
12 Articoli

Un' altra grande scommessa vinta da Giacomo Tachis... Non è la prima volta, ne tantomeno l'ultima. Ma andiamo con ordine. Nell'agosto del 2002 nasce una joint venture tra la Cantina sociale di Santadi, azienda di prestigio del vino sardo e non solo. Tale società ha lo scopo di lanciare una nuova sfida enologica, a base di uve Carignano che, come da sempre sostiene Tachis, se piantato nelle terre giuste è in grado di dare prodotti strepitosi

No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.