• -16%
Bianco Sivi Venezia Giulia IGT Dario Princic  - Enoteca Telaro
Bianco Sivi Venezia Giulia IGT Dario Princic  - Enoteca Telaro
Bianco Sivi Venezia Giulia IGT Dario Princic  - Enoteca Telaro
Bianco Sivi Venezia Giulia IGT Dario Princic  - Enoteca Telaro

Bianco Sivi Venezia Giulia IGT Dario Princic 2017

Ultimi articoli in magazzino
28,16 € 33,52 € -16%
  • DenominazioneDenominazione:Venezia Giulia IGT
  • UveUve:100% Pinot Grigio
  • ColoreColore:Giallo ambrato scuro
  • OdoreOdore:Frutta esotica matura ma anche agrumi canditi
  • SaporeSapore:Sapido e minerale, piacevole bevuta
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:13,5% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:15 C°
  • AbbinamentiAbbinamenti:Ricette importanti a base di pesce
  • AbbinamentiAnnotazioni:Orange Wine
Ordinalo ora riceverlo tra Martedì 18 e Mercoledì 19 maggio

I vigneti sono totalmente inerbiti, lavorati nel massimo rispetto dell’ambiente e soprattutto del consumatore, senza uso degli erbicidi. La proprietà si estende intorno alla cantina nelle migliori zone del Collio, divisi in due appezzamenti Draga e Breg.

CARATTERISTICHE

Il vino ha un bouquet molto complesso, corpo rotondo e ricco di tannini. Ricorda i profumi di uve stramature, agrumi, liquirizia.

ABBINAMENTI

Può essere un vino da meditazione. Vino adatto a formaggi stagionati. Piatti a base di tartufo nero, speziati o piccanti, carni affumicate, stocafisso, frittura di pesce.

Friuli Venezia Giulia

Come la Liguria a ovest, nella storia il Friuli-Venezia Giulia è stato una regione di transito e di scambi, in particolare con l'Oriente, e questo si riflette anche nella sua viticoltura, che non a caso negli ultimi vent'anni ha raggiunto fama e notorietà anche grazie a quei vini che guardano a est, verso la terra d'origine della viticoltura mondiale che è il Caucaso. Alcuni produttori friulani si sono ispirati a metodi di vinificazione antichi che ancora oggi si utilizzano in Georgia, e li hanno applicati sia ai vitigni internazionali sia agli autoctoni friulani, con risultati di estrema originalità che hanno diviso l'opinione pubblica e inaugurato con largo anticipo l'ampio dibattito sul vino cosiddetto "naturale" che è oggi di moda. In questa piccola regione solcata verticalmente da Piave, Isonzo e Tagliamento, le zone più vocate alla coltivazione della vite sono concentrate nella parte orientale, dove troviamo le ampie e levigate colline del Collio e dei Colli Orientali, e, all'estremo est dell'Italia, l'altopiano roccioso del Carso, dal paesaggio brullo e quasi lunare.

Il clima è molto piovoso, ma l'influenza del mare e l'arieggiamento costante mitigano freddo e umidità, assicurando una buona maturazione delle uve in estate.

I vitigni bianchi più coltivati sono Chardonnay, Sauvignon Blanc e Riesling tra gli internazionali e Friulano (ex Tocai), Ribolla Gialla, Malvasia Istriana, Pinot Grigio, Pinot Bianco, Verduzzo e Picolit tra gli autoctoni

I vitigni rossi, oltre agli indigeni Refosco dal Peduncolo Rosso, Schioppettino e Pignolo, si trovano anche validi esempi di Merlot dei Colli Orientali.

VITIGNO: RIBOLLA GIALLA

Ribolla Gialla

LA PIANTA

Il grappolo è piccolo (anche meno di 80 grammi a maturazione), cilindrico-piramidale, di media compattezza. L'acino invece è medio-grande, tondo ma leggermente schiacciato ai poli, con buccia pruinosa, poco spessa e di colore giallo alabastro. Germoglia tardivamente e matura in epoca media; le vendemmie si effettuano di solito nella seconda metà di settembre.

IL VINO

Il vino di annata da uve fresche ha colore paglierino carico tendente al dorato, con profumi delicati nei toni vegetali e floreali; in bocca è abbastanza corposo e segnato da una buona acidità. A Oslavia si sono imposte da tempo vinificazioni con macerazione delle bucce, che danno origine a vini ben strutturati e intensi di grande finezza e profondità sapida.

Regione
Friuli Venezia Giulia
Denominazione
Venezia Giulia IGP
Uve
Pinot Grigio
Gradazione (% vol.)
13.5
5 Articoli

Antesignano della qualità sul Collio, pioniere dei grandi bianchi in macerazione del Friuli, autentico guru del nord est, Dario Princic è una leggenda vivente che con orgoglio rappresentiamo. Specialista di monovitigni tradizionali del Collio (Pinot Grigio,Jakot, Ribolla gialla) aggiunti in micro-quantità di vitigni alloctoni, seppur espressi tassativamente solo da cloni locali (Sauvignon, Pinot bianco, Chardonnay, Merlot, Cabernet). Rari gli assemblaggi. Dario Princic lavora 11 ettari vitati su spettacolari terrazzamenti nel paese di Oslavia, il cuore del Collio a pochi metri dal confine sloveno, oltre il quale possiede anche piccole parcelle vitate. Dario lavora esclusivamente con metodologie tradizionali, non usa lieviti selezionati, non filtra, non fa aggiustamenti e lascia lavorare il vino sulle fecce nobili per lungo tempo senza timore di compromettere il prodotto. La forza innata del Collio è nei suoi vini, che si contraddistinguono per buona struttura, eleganza ed impressionante precisione, nonostante lo stile “libero” di produzione.

No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.