• -16%
Bio Zero Bianco Cascina del Colle - Enoteca Telaro

Bio Zero Bianco Abruzzo DOC Cascina del Colle 2020 x 6 Bottiglie

28,85 € 34,34 € -16%
  • DenominazioneDenominazione: Abruzzo DOC
  • UveUve:100% Trebbiano
  • ColoreColore:Giallo Paglierino
  • OdoreOdore:Note di Mela Verde, Fiori Bianchi, sentori agrumati
  • SaporeSapore: Sapido, Fresco ed Equilibrato
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:12,5% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:10 - 12° C
  • AbbinamentiAbbinamenti: Aperitivo ma anche con spaghetti alle vongole, insalata di mare o piatti leggeri di carne bianca
Ordinalo entro 13 ore e 17 minuti per riceverlo Lunedì 21 giugno

Una produzione vastissima, che spazia dai bianchi giovani a quelli più strutturati, dai rosati sapidissimi ai rossi giovani o d’invecchiamento. Non mancano le bollicine, rappresentate da una falanghina vinificata con metodo Charmat. Ben quattordici le etichette proposte per gli assaggi, tutte numerate a mano prima di lasciare la cantina. Nella provincia di Chieti, a Villamagna, un borgo arroccato in collina ma non distante dal mare, i vigneti della famiglia D’Onofrio sono tutti a conduzione biologica certificata. Tra i filari troviamo tutte le uve tipiche della zona, a cominciare dal Montepulciano e dal Pecorino, ma anche Trebbiano e Passerina. Lodevole l’impegno profuso dall’Azienda per il recente riconoscimento della DOC Villamagna, di cui è uno tra i principali esponenti.

CARATTERISTICHE

Bio Zero Bianco Abruzzo DOC Cascina del Colle x 6 Bottiglie, il suo colore è giallo paglierino. Sa di fiori di campo, di pesca, di pompelmo rosa. L’assaggio svela doti di freschezza e sapidità, con le parti morbide in sordina sullo sfondo. Acciaio.

ABBINAMENTI

Bio Zero Bianco Abruzzo DOC Cascina del Colle x 6 Bottiglie, ideale con insalata di fagiolini.

REGIONE: ABRUZZO

Abruzzo

In passato l'Abruzzo è stato il regno incontrastato di cantine sociali che hanno fornito i grandi imbottigliatori del Nord Italia e non solo. Anche per questo il suo vasto territorio non è stato studiato e suddiviso in base alle diverse potenzialità viticole, fermandosi in sostanza alle due grandi tipologie locali, il Trebbiano per i bianchi e il Montepulciano per i rossi, che si possono coltivare quasi ovunque all'interno delle due Doc regionali. L'unica Docg presente è quella del Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane, che è limitata a una trentina di comuni in provincia di Teramo e impone Montepulciano in purezza o con un massimo di 10% di Sangiovese.

Eppure a livello viticolo, e più in generale paesaggistico, l'Abruzzo è una delle regioni più incontaminate in Italia: ricoperto per un terzo della superficie di colline e per due terzi di montagne, mentre i paesaggi nel resto della penisolariflettono quasi sempre la presenza dell'uomo, in Abruzzo è ancora possibile viaggiare per decine di chilometri all'interno di terre selvagge e quasi disabitate, e attraversando borghi medioevali perfettamente conservati in un'atmosfera idilliaca salire sino a Campo Imperatore, l'altopiano sotto il Gran Sasso, il massiccio più elevato degli appennini, meta di sciatori d'inverno e di pastori con le loro greggi e mandrie d'estate.

Il vino abruzzese riflette dunque questo carattere rurale antico, e bere questi vini dovrebbe essere un gesto da associare a un viaggio in questa terra incantata.

Trebbiano d'abruzzo

LA PIANTA

Il Trebbiano d'Abruzzo è dotato di un grappolo grande, alato, da compatto a molto compatto. Gli acini, grandi e proporzionati, hanno una buccia abbastanza spessa di colore giallo verdastro. Matura di solito tra la fine di settembre e l'inizio di ottobre. Rispetto al tipo Toscano ha maggiore propensione a demolire acidità e minore accumulo di zuccheri, e per queste pecularietà risulta meno popolare tra i viticoltori

IL VINO

Vinificato in acciaio, se ne ottiene un vino tendenzialmente neutro, poco acido e instabile nel tempo. Le attuali pratiche agronomiche e un'attenta vinificazione (talora con l'uso di botti in legno, sia grandi sia piccole) hanno dato prove più confortanti, anche se rimangono limiti soprattutto sotto il profilo olfattivo, ritenuto eccessivamente semplice

Regione
Abruzzo
Denominazione
Abruzzo DOC
Uve
Trebbiano
Colore
Giallo Paglierino
Odore
Floreale
Fruttato
Sapore
Fresco
Sapido
Gradazione (% vol.)
12.5
Contenuto
75 Cl
100 Articoli

Una produzione vastissima, che spazia dai bianchi giovani a quelli più strutturati, dai rosati sapidissimi ai rossi giovani o d’invecchiamento. Non mancano le bollicine, rappresentate da una falanghina vinificata con metodo Charmat. Ben quattordici le etichette proposte per gli assaggi, tutte numerate a mano prima di lasciare la cantina. Nella provincia di Chieti, a Villamagna, un borgo arroccato in collina ma non distante dal mare, i vigneti della famiglia D’Onofrio sono tutti a conduzione biologica certificata. Tra i filari troviamo tutte le uve tipiche della zona, a cominciare dal Montepulciano e dal Pecorino, ma anche Trebbiano e Passerina. Lodevole l’impegno profuso dall’Azienda per il recente riconoscimento della DOC Villamagna, di cui è uno tra i principali esponenti.

No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.