• -3,70 €
C'D'C' Rosso IGT Baglio del Cristo di Campobello - Enoteca Telaro

C'D'C' Rosso IGT Baglio del Cristo di Campobello 2018

Non disponibile
5,23 € 8,93 € -3,70 €
  • DenominazioneDenominazione:Sicilia IGT
  • UveUve:Nero d'Avola 25%, Merlot 25%, Cabernet Sauvignon 25%, Syrah 25%
  • ColoreColore:Porpora cupo
  • OdoreOdore: Apre su intriganti toni mediterranei, arbusto di garriga, origano e mirto, quindi svela tocchi floreali di lavanda e ginestra, seguiti da mora di rovo, gelso e ginepro
  • SaporeSapore:Sorso di buona freschezza, condita da gentile dotazione sapida e tannino integrato
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:13,5 vol %
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:16 - 18° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Strangozzi con salsiccia

Pienamente consapevoli del potenziale di questo piccolo fazzoletto di terra incastonato nella campagna agrigentina, Angelo, Carmelo e Domenico Bonetta, danno vita a questo progetto diciannove anni fa, fissando l’asticella ad un livello molto alto, condizione che richiederà anni di duro lavoro e scelte coraggiose. Ben presto tutto questo darà i suoi frutti, ripagando ampiamente tutti gli sforzi messi in campo dalla famiglia. Molteplici i fattori che hanno contribuito alla fortuna di questa realtà, partendo dal territorio stesso, un angolo di terra incantevole, dove i raggi del sole si riflettono sui bianchissimi suoli calcarei che lo caratterizzano, passando per il fattore clima, ritmato da estati torride e assolate, mitigate dalle fresche e preziose brezze provenienti dal vicino canale di Sicilia, arrivando infine alla mano dell’uomo che armata di passione e ideali forti, è riuscita a cogliere solo il meglio che questo generoso areale aveva da offrire. Nel vigneto poco spazio è lasciato alle varietà internazionali, qui le uve ‘autoctone’ la fanno da padrone, ed attraverso una sapiente lavorazione danno vita ad una serie di capolavori, che offrono uno splendido ventaglio di eccellenze siciliane. Aristocratiche e solenni le etichette, impreziosite da concetti che rievocano gli stati primordiali della creazione, l'essenza e la purezza della materia, come ad esempio quella de ‘Lalùci’ che recita : ‘Quel che si dimentica è come se non fosse mai successo. Ogni cosa è reminiscenza - Lalùci – luce che svela e rivela. È l’idea primordiale. L’archetipo. Così come deve essere'.

CARATTERISTICHE

C'D'C' Rosso IGT Baglio del Cristo di Campobello, colore rosso porpora cupo. Apre su intriganti toni mediterranei, arbusto di garriga, origano e mirto, quindi svela tocchi floreali di lavanda e ginestra, seguiti da mora di rovo, gelso e ginepro. Sorso di buona freschezza, condita da gentile dotazione sapida e tannino integrato. Finale vegetale. Matura per sei mesi in acciaio ed affina per altrettanti in bottiglia.

ABBINAMENTI

C'D'C' Rosso IGT Baglio del Cristo di Campobello, si abbina con strangozzi con salsiccia.

REGIONE: SICILIA

Sicilia

La Sicilia. Il grande vulcano caratterizza a livello paesaggistico e climatico la parte orientale di questa vasta isola, la più grande del Mediterraneo, in cui l'influenza del mare e dei venti, unita alla prevalenza di suolo collinare, offre una varietà di microclimi e territori che nel corso dei secoli si sono ricoperti di campi di grano, uliveti, agrumeti e vigneti. Il clima è generalmente molto caldo e secco, con l'eccezione dell'Etna, dove non è raro che nevichi anche in estate. Un viaggio ideale alla ricerca dei vini siciliani dovrebbe articolarsi in un'alternanza di visite a grandi aziende storiche e produttori più piccoli, molti dei quali coltivano in regime biologico o biodinamico e riescono a esprimere appieno il carattere dei loro Nero d'Avola e Frappato-che si trovano insieme nel Cerasuolo di Vittoria, unica DOCG dell'isola o Nerello Mascalese e Perricone tra i rossi e Catarratto, Zibibbo e Malvasia della Lipari tra i bianchi.

Il vino è l'elemento che unisce natura e cultura, e che potrebbe da solo fare da traino a un settore turistico di alto livello che in Sicilia cerca la stessa combinazione di arte, paesaggio e umanità.

VITIGNO: NERO D'AVOLA

Nero d'Avola

LA PIANTA

Il grappolo è di grandezza media, conico, alato, spesso composto e mediamente compatto. L'acino è medio, ellissoidale, con buccia pruinosa, di medio spessore e di colore bluastro; se pressato, rilascia un succo dal colore rosso violaceo, molto zuccherino e di buona acidità. La produzione della pianta è regolare, predilige potatura corta e povera e forme di allevamento poco espanse, tipo alberello o spalliera. La piena maturazione delle uve è raggiunta in epoca media, di solito nel periodo compreso nella prima e seconda decade di settembre.

IL VINO

Il Nero d'Avola ha avuto storicamente una vocazione esclusiva per la vinificazione. In passato era invalso l'uso di tagliarlo con altre varietà: Frappato e Nerello Mascalese erano i classici compagni di abbinamento; oggi molte prestigiose case di produzione preferiscono l'impiego in purezza del vitigno. Ne scaturisce in questi casi un grande rosso da invecchiamento, dal colore rosso ciliegia e dal profumo complesso e profondo di frutta rossa, terra, spezie, sali balsamici. In bocca si rivela corposo, caldo e asciutto, con trama tannica fine, potente e nel contempo aggraziato, di ottima armonia ed espressività complessiva. Decisamente interessanti anche le versioni "giovani" che dimostrano la duttilità del vitigno, capace di dare anche vini freschi, gradevolmente fruttati, di impatto immediato e facile bevibilità.

Regione
Sicilia
Provenienza
Italia
Denominazione
Sicilia IGT
Uve
Cabernet Sauvignon
Nero d'Avola
Syrah
Colore
Rosso Intenso
Odore
Fruttato
Sapore
Fresco
Gradazione (% vol.)
13.5
Contenuto
75 Cl
Tipologia
Rosso

Pienamente consapevoli del potenziale di questo piccolo fazzoletto di terra incastonato nella campagna agrigentina, Angelo, Carmelo e Domenico Bonetta, danno vita a questo progetto diciannove anni fa, fissando l’asticella ad un livello molto alto, condizione che richiederà anni di duro lavoro e scelte coraggiose. Ben presto tutto questo darà i suoi frutti, ripagando ampiamente tutti gli sforzi messi in campo dalla famiglia. Molteplici i fattori che hanno contribuito alla fortuna di questa realtà, partendo dal territorio stesso, un angolo di terra incantevole, dove i raggi del sole si riflettono sui bianchissimi suoli calcarei che lo caratterizzano, passando per il fattore clima, ritmato da estati torride e assolate, mitigate dalle fresche e preziose brezze provenienti dal vicino canale di Sicilia, arrivando infine alla mano dell’uomo che armata di passione e ideali forti, è riuscita a cogliere solo il meglio che questo generoso areale aveva da offrire. Nel vigneto poco spazio è lasciato alle varietà internazionali, qui le uve ‘autoctone’ la fanno da padrone, ed attraverso una sapiente lavorazione danno vita ad una serie di capolavori, che offrono uno splendido ventaglio di eccellenze siciliane. Aristocratiche e solenni le etichette, impreziosite da concetti che rievocano gli stati primordiali della creazione, l'essenza e la purezza della materia, come ad esempio quella de ‘Lalùci’ che recita : ‘Quel che si dimentica è come se non fosse mai successo. Ogni cosa è reminiscenza - Lalùci – luce che svela e rivela. È l’idea primordiale. L’archetipo. Così come deve essere'.

No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.