• -16%
Carignano Del Sulcis "Buio" DOC Cantina Mesa - Enoteca Telaro

Carignano Del Sulcis "Buio" DOC Cantina Mesa 2019

10,33 € 12,30 € -16%

Se il compito del creativo è di evocare, scaldare, trasmettere emozioni vi è molto di Gavino Sanna nei vini di questa azienda. Una vita dedicata a tutte le forme espressive, a cominciare da quelle veicolate dal mezzo pubblicitario, per arrivare al cuore del grande pubblico. Gavino Sanna ci ha donato spot che hanno lasciato un ricordo ancora nitido. Il ritorno in Sardegna da una America culla di idee, culture pop-art e prestigiosi riconoscimenti di livello internazionale, è un omaggio alla Terra Madre, alle sue asperità, alla sua fermezza, ai suoi paesaggi, alle forme. La Cantina Mesa nasce così, nel 2004, ai confini sardi del Sulcis, per esprimere una fusione ineguagliabile tra terra e popolo sardo e segnare un ritorno alle origini. Oggi è una delle realtà più rappresentative dell’Isola, capace di mostrare, con numeri di grande importanza, la qualità e l’accuratezza delle sue pratiche enologiche. Queste sono volte a preservare la purezza dei vitigni, a cominciare dal Carignano e dal Vermentino, messaggeri di un’anima.

CARATTERISTICHE

Carignano Del Sulcis "Buio" DOC Cantina Mesa, ha un colore rosso rubino luminoso e viscoso. Al naso ampio ed elegante con richiami a frutta rossa matura, erbe della macchina mediterranea, spezie piccanti. Al palato riesce ad esprimere aristocrazia e ricchezza nonostante la giovinezza. Scattante e generoso, iodato e carnoso, si esprime con tannini mordaci ma non aggressivi, che supportati dalla sotterranea sapidita’ donano slancio alle note fruttate e balsamiche.

ABBINAMENTI

Carignano Del Sulcis "Buio" DOC Cantina Mesa, si abbina a primi piatti, carini rosse alla brace, formaggio pecorino fiore sardo.

REGIONE: SARDEGNA

Sardegna

La Sardegna vanta il primato di regione con la tradizione vitivinicola più antica. Una recente scoperta da parte di un gruppo di paleobotanici del Centro Conservazione Biodiversità dell'Università degli Studi di Cagliari ha rinvenuto semi di Malvasia e Vernaccia databili a 3000 anni fa, anticipando di secoli la diffusione della viticoltura nel Mediterraneo da parte dei Fenici.La Sardegna non è però ancora riuscita a sfruttare appieno il proprio potenziale di grande varietà di vitigni e vini originali che può offrire. Ad eccezione di alcune aziende che già operano ad alti livelli con continuità, ci sarebbe molto spazio per nuove generazioni di produttori che volessero puntare sulla qualità, piuttosto che accontentarsi di produzioni massificate da parte di grandi cantine. Guardando avanti, però questo limite rappresenta un potenziale. La categoria dei vini rossi è capitanata da Cannonau, Carignano e Monica, gli abitanti della regione bevono maggiormente i rossi della regione, mentre i numerosi turisti bevono maggiormente bianco, ma per fortuna le migliori etichette iniziano ad essere esportate in modo consistente: un successo destinato a crescere.

Il vino sardo offre tanti esempi di efficace personalità, frutto della felice relazione tra territorio e vitigno sia nel caso delle varietà più diffuse, sia per quelle minori come Bovale, Girò, Cagnulari, Semidano, Caddiu o Nieddera, sia infine per le tipologie internazionali come il Cabernet Sauvignon, che in Sardegna ha trovato una delle migliori espressioni nazionali.

Regione
Sardegna
Provenienza
Italia
Uve
Vermentino
Colore
Rosso Rubino
Odore
Fruttato
Sapore
Sapido
Gradazione (% vol.)
13.5
Contenuto
75 Cl
Tipologia
Rosso
F54VRVU8
10 Articoli

Se il compito del creativo è di evocare, scaldare, trasmettere emozioni vi è molto di Gavino Sanna nei vini di questa azienda. Una vita dedicata a tutte le forme espressive, a cominciare da quelle veicolate dal mezzo pubblicitario, per arrivare al cuore del grande pubblico. Gavino Sanna ci ha donato spot che hanno lasciato un ricordo ancora nitido. Il ritorno in Sardegna da una America culla di idee, culture pop-art e prestigiosi riconoscimenti di livello internazionale, è un omaggio alla Terra Madre, alle sue asperità, alla sua fermezza, ai suoi paesaggi, alle forme. La Cantina Mesa nasce così, nel 2004, ai confini sardi del Sulcis, per esprimere una fusione ineguagliabile tra terra e popolo sardo e segnare un ritorno alle origini. Oggi è una delle realtà più rappresentative dell’Isola, capace di mostrare, con numeri di grande importanza, la qualità e l’accuratezza delle sue pratiche enologiche. Queste sono volte a preservare la purezza dei vitigni, a cominciare dal Carignano e dal Vermentino, messaggeri di un’anima.

No reviews
Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.