• -19%
Catarratto Terre Siciliane “Lucido” Marco De Bartoli - Enoteca Telaro

Catarratto Terre Siciliane IGP “Lucido” Marco De Bartoli 2019

9,89 € 12,21 € -19%
  • DenominazioneDenominazione:Sicilia IGP
  • UveUve:Catarratto 100%
  • ColoreColore:Giallo paglierino 
  • OdoreOdore:Profumo intenso e fruttato, note di scorza di limone e di mela verde
  • SaporeSapore:Fresco e minerale, ben equilibrato
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:11.5% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:10 - 12° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Sarde a beccafico, o a primi piatti a base di crostacei e molluschi, come la zuppa di cozze
Ordinalo entro 16 ore e 36 minuti per riceverlo tra Martedì 13 aprile e Mercoledì 14 aprile

Un’avventura iniziata al Baglio Vecchio Samperi un luogo magico e solenne, testimone della rinascita del Marsala, sancita dal suo più grande ammiratore, Marco De Bartoli. Alla fine degli anni Ottanta inizia il percorso verso la riscoperta delle autentiche origini di questa tipologia che vede nel suo processo produttivo - metodo Perpetuo - un sistema di travasi di vini di vendemmie recenti, addizionati a partite di diverse annate già maturate in piccoli fusti di rovere, dove questo raro blend sosterà per almeno vent’anni, dando vita così ad un prodotto straordinario ed unico nel suo genere, che prenderà il nome di Vecchio Samperi in onore della contrada natia. In queste terre assolate, aride e ricche di minerali vulcanici, cresce rigogliosa la varietà Grillo allevata con il metodo dell’alberello pantesco, riconosciuto come patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco. Sempre in quegli anni folgorato dalla bellezza e dalle potenzialità dell’areale di Pantelleria, Marco decide di fondare una seconda realtà produttiva, battezzandola ancora una volta secondo la tradizione, con il nome della contrada di origine. Quindi nasce Bukkuram dall’arabo ‘Padre della Vigna’, a testimonianza di un luogo particolarmente vocato alla produzione di vino. Da questi vigneti si ricava l’etichetta che ne celebra gloriosamente il nome, ottenuta da uve Zibibbo appassite al sole. Due colossi testimoni di un’eccellenza rara e senza tempo.

CARATTERISTICHE

Catarratto Terre Siciliane IGP “Lucido” Marco De Bartoli, ha un colore giallo paglierino. Al naso profumi intensi e fruttati, sentori di scorza di limone e mela verde. Al palato leggero, fresco e minerale, ben equilibrato.

ABBINAMENTI

Catarratto Terre Siciliane IGP “Lucido” Marco De Bartoli, si abbina a sarde a beccafico, o a primi piatti a base di crostacei e molluschi, come la zuppa di cozze.

REGIONE: SICILIA

Sicilia

La Sicilia. Il grande vulcano caratterizza a livello paesaggistico e climatico la parte orientale di questa vasta isola, la più grande del Mediterraneo, in cui l'influenza del mare e dei venti, unita alla prevalenza di suolo collinare, offre una varietà di microclimi e territori che nel corso dei secoli si sono ricoperti di campi di grano, uliveti, agrumeti e vigneti. Il clima è generalmente molto caldo e secco, con l'eccezione dell'Etna, dove non è raro che nevichi anche in estate. Un viaggio ideale alla ricerca dei vini siciliani dovrebbe articolarsi in un'alternanza di visite a grandi aziende storiche e produttori più piccoli, molti dei quali coltivano in regime biologico o biodinamico e riescono a esprimere appieno il carattere dei loro Nero d'Avola e Frappato-che si trovano insieme nel Cerasuolo di Vittoria, unica DOCG dell'isola o Nerello Mascalese e Perricone tra i rossi e Catarratto, Zibibbo e Malvasia della Lipari tra i bianchi.

Il vino è l'elemento che unisce natura e cultura, e che potrebbe da solo fare da traino a un settore turistico di alto livello che in Sicilia cerca la stessa combinazione di arte, paesaggio e umanità.

VITIGNO: CATARRATTO

Catarratto

LA PIANTA

Il grappolo è generalmente di medie dimensioni, cilindrico o conico, con una o due ali, a volte compatto ma in genere spargolo o mediamente spargolo. L'acino è medio, sferoidale o ellissoidale, con buccia spessa, poco pruinosa, in alcune varietà lucida, di colore giallo dorato che diventa ambrato nella parte esposta al sole. Data la grande differenza intravarietale, cui va aggiunta la larga diffusione in territori anche molto dissimili, si fa fatica a definire con precisione l'epoca della raccolta delle uve, che comunque solitamente è compresa nel mese di settembre.

IL VINO

Fino a qualche tempo fa i vini prodotti con Catarratto presentavano aromi caratteristici e aromatici che, col passare degli anni, tendevano ad assumere toni tipici dei vini meridionali. Oggi la situazione è molto diversa e dal Catarratto si ottengono vini dal colore giallo paglierino carico, con profumi fruttati e complessi, con gusto asciutto, caldo, di buona acidità e sostenuta corposità, che a seconda delle modalità con le quali sono stati prodotti possono essere apprezzati giovani oppure migliorare dopo un medio invecchiamento.

Regione
Sicilia
Denominazione
Sicilia IGP
Uve
Catarrato
Colore
Giallo Paglierino
Odore
Fruttato
Sapore
Fresco
Gradazione (% vol.)
11.5
6 Articoli

Un’avventura iniziata al Baglio Vecchio Samperi un luogo magico e solenne, testimone della rinascita del Marsala, sancita dal suo più grande ammiratore, Marco De Bartoli. Alla fine degli anni Ottanta inizia il percorso verso la riscoperta delle autentiche origini di questa tipologia che vede nel suo processo produttivo - metodo Perpetuo - un sistema di travasi di vini di vendemmie recenti, addizionati a partite di diverse annate già maturate in piccoli fusti di rovere, dove questo raro blend sosterà per almeno vent’anni, dando vita così ad un prodotto straordinario ed unico nel suo genere, che prenderà il nome di Vecchio Samperi in onore della contrada natia. In queste terre assolate, aride e ricche di minerali vulcanici, cresce rigogliosa la varietà Grillo allevata con il metodo dell’alberello pantesco, riconosciuto come patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco. Sempre in quegli anni folgorato dalla bellezza e dalle potenzialità dell’areale di Pantelleria, Marco decide di fondare una seconda realtà produttiva, battezzandola ancora una volta secondo la tradizione, con il nome della contrada di origine. Quindi nasce Bukkuram dall’arabo ‘Padre della Vigna’, a testimonianza di un luogo particolarmente vocato alla produzione di vino. Da questi vigneti si ricava l’etichetta che ne celebra gloriosamente il nome, ottenuta da uve Zibibbo appassite al sole. Due colossi testimoni di un’eccellenza rara e senza tempo.

No reviews
Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.