• -18%
Champagne Brut Grande Cuvée Encry - Enoteca Telaro
Champagne Brut Grande Cuvée Encry - Enoteca Telaro
Champagne Brut Grande Cuvée Encry - Enoteca Telaro
Champagne Brut Grande Cuvée Encry - Enoteca Telaro

Champagne Brut Grande Cuvée Encry

Ultimi articoli in magazzino
48,06 € 58,61 € -18%
  • DenominazioneDenominazione: Champagne AOC
  • UveUve:Chardonnay in Purezza
  • ColoreColore:Brillante e intenso, un dorato chiaro e abbagliante anche grazie al perlage finissimo che ne esalta i riflessi
  • OdoreOdore:Al naso una intensa e caratteristica mineralità gessosa lascia subito il posto all'eleganza delle fragranze agrumate di fiori di limone, zagara. L'azione ben presente dei lieviti regala note di biscotti e tostature di pane
  • SaporeSapore:In bocca è fresco, minerale, deciso e asciutto con richiami vinosi. Le soffici bollicine lasciano una gustosa patina setosa sul palato subito scosso dalla freschezza dirompente che persiste al centro del palato.
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:12% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:6-8° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Ottimo con crostacei, Ostriche, Caviale, spaghetti con le bottarghe
Ordinalo entro 14 ore e 00 minuti per riceverlo tra Giovedì 21 ottobre e Venerdì 22 ottobre

Questa Grande Cuvée proviene da un’accurata e rigorosa selezione fra le migliori parcelle di vigneti Grand Cru di Chardonnay, della côte des Blancs, vinificati e raccolti con la massima cura e attenzione e nel rispetto della più antica tradizione degli champenoise della zona di Mesnil-sur-Oger. Vinifica e compie la prima fermentazione in acciaio a temperatura controllata. Non svolge malolattica, compie la seconda fermentazione con l’aggiunta di lieviti selezionati che riposano per 42 mesi sur lattes. Remuage manuale “sur le pupitre” e sboccatura alla voleè. Un Blanc de Blancs allo stesso momento tradizionale, perché espressione del suo territorio e moderno perchè guarda al futuro scegliendo l’essenzialità. Le basse rese e la grande attenzione alla qualità offrono al mercato una piccola produzione di circa 18 mila bottiglie.

CARATTERISTICHE

Champagne Brut Grande Cuvée Encry si presenta con un colore oro,, luminoso e coinvolgente, striato di finissimo e intenso perlage. Profumo, classico di stile e nobile di lignaggio, con sentori ben armonizzati. Il suo carattere governa una paletta aromatica di estrema estensione, coniuga una parte dolce di pesca gialla con una vena tropicale, netta e fresca, di mango maturo, che solo dopo il sopraggiungere di una confidenza con l’ossigeno, diventa prima, una rossa papaya, e poi, la parte più dolce del tabacco biondo, la noce di Pecan e la morbida sensazione dell’infiorescenza di Camomilla. Si presenta con un portamento ritto, elegante, a tratti leggermente austero, definito da una vena magica presente e concreta. Si svela senza filtri e sovrastrutture; deciso, fragrante e coinvolgente. La sensazione è piena, tridimensionale e le componenti fraseggiano fra loro concertando un’espressione solida e convincente. C’è tanto lavoro in questo Champagne, ricco e deciso. Talmente ricco e deciso che riesce ad usare il terroir calcareo, aspro e severo di Mesnil sur Ogier come mediatore per stemperare le sensazioni sapide e minerali, filtrandole attraverso la freschezza bianca delle sue stratificazioni gessose.

ABBINAMENTI

Champagne Brut Grande Cuvée Encry si abbina con carni bianche elaborate e arricchite. Non teme i cibi speziati ed è in grado di accompagnare tutto il pasto.

REGIONE: TOSCANA

Toscana

Le bellezze artistiche, il paesaggio e la storia ne fanno una delle regioni vinicole più apprezzate a livello mondiale, sia in termini di turismo indotto sia di esportazione di bottiglie. A partire dagli anni '70 del nocento, la Toscana è stata la regione più innovativa d'Italia, e il fenomeno dei Super Tuscans ha certamente giovato all'immagine del vino italiano nella sua globalità. Tra i tanti meriti dei toscani c'è sicuramente quello di avere preservato vaste porzioni della loro regione dalle contaminazioni della modernità, per cui oggi la Toscana è univeralmente percepita come simbolo di bellezza.

Il caso di Bolgheri è rappresentativo di come, partendo da un'intuizione, si può inventare una tradizione che ha portato successo commerciale, ricchezze e prestigio internazionale grazie alla felice integrazione tra vitigno, territorio e creatività umana. Con la nascita del Sassicaia e la commercializzazione delle prime 3000 bottiglie nel 1968, viene ispirato un cambiamento importante in un'altra zona vinicola, con una storia assai più antica, quella del Chianti. Per la prima volta Piero Antinori prova a utilizzare anche in questo vino uve internazionali a complemneto del Sangiovese, facendo uscire il suo vino dalla Doc storica del Chianti. Nasce così il Tignanello, che insieme al Sassicaia può essere considerato il primo Super Tuscan. Nel 1978 debutta il Solaia, nel 1985 arriva l'Ornellaia. Contemporaneamente si è assistito all'affermarsi di un altro vino storico, unico rosso italiano da monovitigno autoctono in grado di competere in termini di qualità e longevità con il Barolo: il Brunello di Montalcino, codificato e commercializzato come tale da Feruccio Biondi Santi sul finire dell'Ottocento.

In questa panoramica abbiamo citato le zone più importanti di produzione (Chianti e Chianti Classico, Bolgheri e Montalcino) ma la Toscana è ricca di altre aree e Denominazioni che hanno molto da offrire. Altra denominazione importante a base di sangiovese è la Docg Vino Nobile di Montepulciano.

Infine vi sono indicazioni anche nelle tre Doc del Vin Santo: vini di lunga e delicata preparazione le cui uve vengono lasciate appassire e sono poi affinate per anni in caratelli di castagno, ciliegio o rovere, mentre la Docg Aleatico Passito d'Elba rappresenta un caso di viticoltura eroica di tradizione millenaria, il cui vino è famoso anche per essere stato bevanda consolatoria di Napoleone Bonaparte durante il suo esilio sull'Isola.

VITIGNO: PINOT NERO

Pinot Nero Il vitigno che in Borgogna ha trovato la sua massima espressione mondiale, in Alto Adige si afferma comunque come miglior Pinot Nero italiano, soprattutto se coltivato nei magnifici vigneti nei dintorni di Egna e Mazzon. I Pinot Nero di queste zone sono giocati sull'immediatezza e la bevibilità, e si distinguono per finezza e buona rotondità; per quanto l'acidità e il tannino non siano elevati, si gode di una discreta complessità, tra piacevoli note di fiori - rosa e violetta - e frutti di bosco - lampone, fragolina, mirtillo e mora.

Provenienza
Francia
Denominazione
Champagne AOC
Uve
Chardonnay
Pinot Nero
Colore
Giallo Paglierino
Odore
Floreale
Fruttato
Sapore
Morbido
Contenuto
75 Cl
1 Articolo
No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.