• -19%
Chardonnay IGT Numen Paolo Leo - Enoteca Telaro
Chardonnay IGT Numen Paolo Leo - Enoteca Telaro
Chardonnay IGT Numen Paolo Leo - Enoteca Telaro
Chardonnay IGT Numen Paolo Leo - Enoteca Telaro

Chardonnay IGT "Numen" Paolo Leo 2019

11,22 € 13,85 € -19%
  • DenominazioneDenominazione:Salento IGT
  • UveUve:100% Chardonnay
  • ColoreColore:Giallo paglierino 
  • OdoreOdore:Fruttato, note di vaniglia e mandorle
  • SaporeSapore:In bocca persistente, con note mielose e di confettura di frutta gialla
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:14,0% vol.
  • FormatoFormato: 75Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:10 / 12° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Piatti di pesce, formaggi stagionati, antipasti e e verdure griglite
Ordinalo ora per riceverlo tra Martedì 18 e Mercoledì 19 maggio

Lo Chardonnay è un vitigno a bacca bianca che si adatta molto bene a diversi terroir e tecniche di produzione. Fermentare e/o maturare una parte di vino Chardonnay in barriques di rovere francese dona a questo vino un carattere più complesso, con maggiore struttura e persistenza, aggiungendo inoltre note di vaniglia e altri sentori derivati dal legno. In più, lo Chardonnay acquisisce longevità, sviluppando affascinanti sentori terziari se conservato in maniera corretta in bottiglia, anche dopo alcuni anni.

CARATTERISTICHE

Chardonnay IGT "Numen" Paolo Leo, il suo colore è giallo paglierino. Il suo profumo richiama un bouquet intensamente fruttato di pesca e albicocca, con note di vaniglia e mandorle; ottima struttura, con una giusta acidità ben bilanciata con il corpo rotondo. Finale lungo e persistente, con note mielose e di confettura di frutta gialla se bevuto dopo qualche anno.

ABBINAMENTI

Chardonnay IGT "Numen" Paolo Leo, si abbina perfettamente con antipasti, piatti a base di pesce importanti, formaggi stagionati. Consigliato anche con carni bianche.

REGIONE: PUGLIA

Puglia

La Puglia è una gigantesca zolla calcarea che si allunga per quasi un terzo dell'Italia, detenendo il primato italiano di estensione delle costa: 762 km bagnati dai mari Adriatico e Ionio.

Vino pugliese significa vino mediamente buono ed economico da bere a tutto pasto e quotidianamente. Questa regola ha trovato negli ultimi anni le sue eccezioni con vini che si sono raffinati stilisticamente muovendosi verso una maggior nitidezza e finezza, a cominciare dai Rosati, che qui si producono in modo significativo dagli anni '40. Anche sui rossi, dove continua a essere rilevante la produzione di Sangiovese, i vitigni che sono riusciti a trovare una propria identità territoriale come il Primitivo e il Negroamaro, che hanno scavalcato il Montepulciano in termini di ettari vitati, seguiti da Malvasia Nera e Nero di Troia, che si coltiva prevalentemente nella parte settentrionale della regione.

Un'altra tendenza da rilevare soprattutto nei bianchi è un progressivo abbandono di un gusto internazionale per rivolgersi a una maggiore territorialità, e questo ha spostato l'attenzione da vitigni come lo Chardonnay a varietà locali come Bombino Bianco, Malvasia Bianca, Pampanuto o Veredca, oltre che agli ottimi Fiano, Greco e Falanghina molto diffusi anche in Campania.

Tre vitigni rossi importanti come il Primitivo, il Negroamaro e l'Uva di Troia stanno riuscendo a dare una buona immagine di originalità alla regione, anche se gli appassionati a volte lamentano ancora la mancanza di una precisa territorialità nel momento dell'assaggio. I rosati rappresentano da sempre una bandiera importante per l'enologia pugliese e hanno fatto conoscere la regione nel mondo.

VITIGNO: CHARDONNAY

Chardonnay

LA PIANTA

Ha foglia media, rotonda; il grappolo è di medie dimensioni, piramidale, serrato, scarsamente alato; l'acino è di media grandezza, con buccia mediamente consistente, tenera e di colore giallo dorato. La vigoria è elevata, la produttività regolare e abbondante. La vendemmia è abbastanza precoce (prima decade di settembre o in alcune aree collinari addirittura agosto, per la produzione di vini metodo classico come il Franciacorta). Predilige i climi temperato-caldi, i terreni collinari, argillosi e calcarei, gli ambienti ventilati e freschi. È sensibile alle gelate primaverili.

IL VINO

Dallo Chardonnay si ottengono vini fermi, frizzanti o spumanti, con gradazione alcolica alta e acidità piuttosto elevata. Il colore del vino è giallo paglierino non particolarmente carico, il profumo, caratteristico, è delicato e fruttato (frutta tropicale, ananas in particolare), il sapore elegante e armonico. Se invecchiato assume note di frutta secca. È particolarmente indicato per l'affinamento in barrique.

Regione
Puglia
Provenienza
Italia
Denominazione
Salento IGT
Uve
Chardonnay
Odore
Fruttato
Sapore
Fresco
Gradazione (% vol.)
14
Contenuto
75 Cl
Tipologia
Bianco
K4LDP7JT
10 Articoli

La Cantine Paolo Leo dal 1989 propone un'ampia gamma di vini - otto diverse linee di prodotti, per una cinquantina di etichette - dall'impronta moderna, che cerca di esprimere le caratteristiche varietali dei tradizionali vitigni pugliesi, in cui alla produzione dai vigneti di proprietà si affianca un lavoro di négociant, in collaborazione con vignaioli di fiducia e certificato da un sistema di tracciabilità. I vigneti di proprietà sono situati tutti nel comune di San Donaci e sono composti da impianti a spalliera di circa quindici anni e da impianti ad alberello di oltre quarant'anni.  Tre Bicchieri per l'Orfeo Negroamaro ‘16. Agli intensi profumi di prugna, spezie e china fa seguito un palato ricco di frutti neri, di buon dinamismo, fitto e lungo. Ben realizzati anche il Negramante '15, Negroamaro dai toni iodati, equilibrato e piacevole, il Primitivo di Manduria Giunonico Riserva '14, fresco e di buona beva, e il Primitivo di Manduria Passo del Cardinale '17, tutto giocato sul frutto.

No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.