• -16%
Poggio dei Gelsi Falesco - Enoteca Telaro

Est! Est!! Est!!! di Montefiascone DOP "Poggio dei Gelsi" Falesco 2019

Ultimi articoli in magazzino
7,50 € 8,93 € -16%
  • DenominazioneDenominazione:Est! Est!! Est!!! di Montefiascone DOC
  • UveUve:Roscetto 40%, Trebbiano 40%, Malvasia 20%
  • ColoreColore:Giallo paglierino con riflessi verdolini
  • OdoreOdore:Al profumo è diretto con note di frutta fresca agrumate
  • SaporeSapore:Equilibrio gustativo con finale acidulo che lo rende vivace e piacevole
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:12,5% vol.
  • FormatoFormato:75 cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:10 - 12° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Secondi di pesce
Ordinalo entro 16 ore e 55 minuti per riceverlo tra Venerdì 7 maggio e Lunedì 10 maggio

Il legame tra Famiglia Cotarella e il mondo del vino ha origine negli anni Sessanta, quando Antonio e Domenico Cotarella, viticoltori a Monterubiaglio, realizzano la prima cantina per la produzione in proprio di vino.

CARATTERISTICHE

Est! Est!! Est!!! di Montefiascone DOP "Poggio dei Gelsi" Falesco. Colore giallo paglierino con riflessi verdolini. Al profumo è diretto con note di frutta fresca agrumate. Vino dal grande equilibrio gustativo con finale acidulo che lo rende vivace e piacevole.

ABBINAMENTI

Est! Est!! Est!!! di Montefiascone DOP "Poggio dei Gelsi" Falesco, si abbina perfettamente con secondi di pesce.

REGIONE: LAZIO

Lazio

Il Lazio è considerato una regione poco rilevante dal punto di vista enologico, ma se si sposta l'attenzione sul vino quotidiano le sorprese non mancano, a cominciare dalle Docg Frascati Superiore e Cesanese del Piglio, le Denominazioni più valorizzate. Vi sono alcuni elementi di criticità dovuti al recente passato: una quantità eccessiva di Denominazioni rispetto agli ettari vitati, con una frammentazione che non ha consentito di offrire una massa critica utile a sfruttarne le potenzialità e a raggiungere un'adeguata visibilità; in secondo luogo, le Cantine sociali hanno a lungo operato in regime quasi monopolistico, non facilitando la nascita di nuove realtà produttive.

Tuttavia parliamo di una regione con il 54% del territorio costituito da colline, con una tradizione vitivinicola millenaria e un potenziale non sfruttato sia in termini di varietà autoctone sia di mercato, considerando anche solo Roma e il suo circondario. C'è quindi ancora molta strada da fare, ma gli elementi importanti ci sono tutti: dai milioni di bottiglie prodotte nell'area dei Castelli Romani, la cui qualità media sta lentamente migliorando, al recupero di questo mestiere come attività redditizia in altre province, al perfezionamento di vini che vadano a competere con i grandi d'Italia.

VITIGNO: TREBBIANO

Trebbiano

LA PIANTA

Il grappolo è medo-grande di forma conico piramidale, compatto o semicompatto e dotato di una serie di una o due ali. L'acino è medio-grosso, sferoidale, con buccia pruinosa, sottile ma consistente, di colore giallo-verde che diventa dorato o ambrato in epoca di piena maturazione.

IL VINO

Le grandi differenze evidenziate da ogni singola varietà non permettono di tratteggiare caratteristiche comuni per i vini prodotti nelle diverse zone d'Italia. Da qualche tempo molti produttori di varie parti d'Italia (anche della Toscana e della Romagna, regioni considerate tra le più "malefiche" per la produzione di Trebbiano) hanno considerato sotto nuova luce questo vitigno, ricavando vini di grande interesse. Ovunque risulta particolarmente adatto per la produzione dei vini base destinati alla distillazione per la produzione dei migliori brandy.

Regione
Trentino Alto Adige
Provenienza
Italia
Uve
Trebbiano
Colore
Giallo Paglierino
Odore
Fruttato
Sapore
Fresco
Gradazione (% vol.)
12.5
Contenuto
37.5 Cl
Tipologia
Bianco
CHAHOF
4 Articoli

Dominga, Enrica e Marta Cotarella portano avanti con successo successo il lavoro dei padri, i fratelli Renzo e Riccardo, che trent'anni fa diedero vita a una delle aziende di maggior successo della regione. La filosofia produttiva dell'azienda, che si snoda tra la tradizione vinicola di un territorio da sempre incline a regalare buone uve e la schiettezza di chi non ha paura di imbarcarsi in nuove avventure, continua a offrire un ampio panorama di etichette impeccabili per tecnica realizzativa e precisione stilistica.  Ennesimo Tre Bicchieri per il Montiano. La versione 2016 presenta toni di legno dolce, erbe aromatiche e china, per un palato di buona materia e concentrazione, con un lungo finale in cui emergono note di frutti rossi. Nel resto della gamma spiccano, tra gli altri, l’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone Poggio dei Gelsi ’17, dai piacevoli toni fruttati, il Vitiano San Pietro Vermentino ’17, floreale e agrumato, e il Trentanni ’16, blend paritario di merlot e sangiovese fitto e avvolgente.

Gambero Rosso

No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.