• -16%
Fiore di Campo Friulano IGT Lis Neris - Enoteca Telaro
Fiore di Campo Friulano IGT Lis Neris - Enoteca Telaro
Fiore di Campo Friulano IGT Lis Neris - Enoteca Telaro
Fiore di Campo Friulano IGT Lis Neris - Enoteca Telaro

Fiore di Campo Friulano IGT Lis Neris 2018

Non disponibile
11,50 € 13,69 € -16%
  • DenominazioneDenominazione:Venezia Giulia IGT
  • UveUve:Friulano 85%, Sauvignon Blanc 10%, Riesling 5%
  • ColoreColore:Giallo Paglierino brillante
  • OdoreOdore:Sentori fruttati, pesca bianca, mandorla e fiori di campo 
  • SaporeSapore:Pieno e persistente 
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:13% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:10 - 12° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Tartare di tonno

Le nere, o Lis Neris, erano le ottocentesche donne che lavoravano nei campi in quel Friuli che aveva tutt'altra fama rispetto a quella di oggi: terra povera, magra, di confine. Il Friuli contemporaneo è invece una realtà vitale, ricca, che ha saputo risollevarsi sia dalla miseria, sia dalle tragedie occorse durante due conflitti mondiali di cui è stato teatro. Lis Neris celebra questa storia di sofferenza e rinascita, ben nota alla famiglia Pecorari che da quattro generazioni fa il vino in quel di San Lorenzo Isontino, in provincia di Gorizia. Alvaro Pecorari è alla guida della cantina di famiglia da anni e si occupa in prima persona sia della parte agronomica, sia di quella enologica, curando dunque tutto l'iter produttivo dei vini Lis Neris: è a lui che si devono perciò l'estrema eleganza, la classe e la longevità di vini che raccontano un territorio unico nel suo genere caratterizzato dai "claps", ciottoli che contribuiscono a drenare il terreno e ad assorbire il calore del giorno per rilasciarlo durante la notte favorendo la maturazione delle uve. Un suolo che conferisce un'identità inconfondibile ai vini di questo angolo di Friuli, anche grazie a lavorazioni condotte in acciaio e rovere francese, che puntano a preservare la personalità di ogni vitigno senza aggiungere orpelli e sovrastrutture. Come sempre una batteria di altissimo livello qualitativo racconta il bel lavoro di Alvaro Pecorari.

CARATTERISTICHE

Fiore di Campo Friulano IGT Lis Neris nasce come monovitigno all’inizio degli anni 2000 e ben presto prende una strada diversa: una cuvée di tre varietà complementari fra loro e in seguito all’adozione di nuovi metodi viticoli e diversi modelli enologici ha sviluppato una complessità e una profondità aromatica fuori dagli schemi tradizionali. Un vino senza eccessi, deciso e intrigante, perfetto per tante occasioni, nel segno dei colori e dei sapori friulani.

ABBINAMENTI

Fiore di Campo Friulano IGT Lis Neris con Tartare di tonno

Friuli Venezia Giulia

Come la Liguria a ovest, nella storia il Friuli-Venezia Giulia è stato una regione di transito e di scambi, in particolare con l'Oriente, e questo si riflette anche nella sua viticoltura, che non a caso negli ultimi vent'anni ha raggiunto fama e notorietà anche grazie a quei vini che guardano a est, verso la terra d'origine della viticoltura mondiale che è il Caucaso. Alcuni produttori friulani si sono ispirati a metodi di vinificazione antichi che ancora oggi si utilizzano in Georgia, e li hanno applicati sia ai vitigni internazionali sia agli autoctoni friulani, con risultati di estrema originalità che hanno diviso l'opinione pubblica e inaugurato con largo anticipo l'ampio dibattito sul vino cosiddetto "naturale" che è oggi di moda. In questa piccola regione solcata verticalmente da Piave, Isonzo e Tagliamento, le zone più vocate alla coltivazione della vite sono concentrate nella parte orientale, dove troviamo le ampie e levigate colline del Collio e dei Colli Orientali, e, all'estremo est dell'Italia, l'altopiano roccioso del Carso, dal paesaggio brullo e quasi lunare.

Il clima è molto piovoso, ma l'influenza del mare e l'arieggiamento costante mitigano freddo e umidità, assicurando una buona maturazione delle uve in estate.

I vitigni bianchi più coltivati sono Chardonnay, Sauvignon Blanc e Riesling tra gli internazionali e Friulano (ex Tocai), Ribolla Gialla, Malvasia Istriana, Pinot Grigio, Pinot Bianco, Verduzzo e Picolit tra gli autoctoni

I vitigni rossi, oltre agli indigeni Refosco dal Peduncolo Rosso, Schioppettino e Pignolo, si trovano anche validi esempi di Merlot dei Colli Orientali.

VITIGNO: SAUVIGNON

Sauvignon Blanc Il Sauvignon, se vinificato con abilità, contribuisce sempre con un profilo varietale ampio e complesso, costituito da profumi agrumati, fiori bianchi, erbe aromatiche, foglia di pomodoro e sentori tropicali. In bocca, se la spiccata acidità non ne compromette l'equilibrio, sa essere ben strutturato e armonico.

Regione
Friuli Venezia Giulia
Provenienza
Italia
Denominazione
Venezia Giulia IGT
Uve
Friulano
Gradazione (% vol.)
13
Contenuto
75 Cl
Tipologia
Bianco
FZCI61FR

Bibenda:Le nere, o Lis Neris, erano le ottocentesche donne che lavoravano nei campi in quel Friuli che aveva tutt'altra fama rispetto a quella di oggi: terra povera, magra, di confine. Il Friuli contemporaneo è invece una realtà vitale, ricca, che ha saputo risollevarsi sia dalla miseria, sia dalle tragedie occorse durante due conflitti mondiali di cui è stato teatro. Lis Neris celebra questa storia di sofferenza e rinascita, ben nota alla famiglia Pecorari che da quattro generazioni fa il vino in quel di San Lorenzo Isontino, in provincia di Gorizia. Alvaro Pecorari è alla guida della cantina di famiglia da anni e si occupa in prima persona sia della parte agronomica, sia di quella enologica, curando dunque tutto l'iter produttivo dei vini Lis Neris: è a lui che si devono perciò l'estrema eleganza, la classe e la longevità di vini che raccontano un territorio unico nel suo genere caratterizzato dai "claps", ciottoli che contribuiscono a drenare il terreno e ad assorbire il calore del giorno per rilasciarlo durante la notte favorendo la maturazione delle uve. Un suolo che conferisce un'identità inconfondibile ai vini di questo angolo di Friuli, anche grazie a lavorazioni condotte in acciaio e rovere francese, che puntano a preservare la personalità di ogni vitigno senza aggiungere orpelli e sovrastrutture. Come sempre una batteria di altissimo livello qualitativo racconta il bel lavoro di Alvaro Pecorari.

No reviews
Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.