• -18%
Gran Noir  Metodo Dosaggio Zero Villa Parens - Enoteca Telaro

Gran Noir Blanc de Noirs Metodo Classico Dosaggio Zero Villa Parens

35,29 € 43,03 € -18%
  • DenominazioneDenominazione:Spumante Friuli
  • UveUve:Pinot Nero 100%
  • ColoreColore:Veste dorata intensa e brillante dal perlage sottile e minuto
  • OdoreOdore:Il naso profumi di cedro, mandorle tostate e salate, zenzero candito, lemon curd, parzialmente distratte da una stigma minerale di salsedine
  • SaporeSapore:L'assaggio è elegante ma al contempo è anche un cavallo di razza, "verticale", quasi tagliente, nerboruto e attraversato da vive acidità e sapidità; appagante nel suo prolungato strascico salino
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:12,5 vol %
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:10 - 12° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Tartare di tonno con cipolla di Tropea, Paccheri al coccio con pecorino di Fossa
Ordinalo entro 5 ore e 06 minuti per riceverlo tra Martedì 26 ottobre e Mercoledì 27 ottobre

In casa Puiatti la routine non esiste, Giovanni è sempre in continuo movimento e soprattutto in continuo fermento, mai statico, sempre propositivo e innovativo nel presentare cose nuove. Quest’anno ci propone l’ultima novità, il “Gran Noir”, un Blanc de Noirs da sole uve Pinot Nero, Dosaggio Zero, del millesimo 2013. Per un Metodo Classico la durata dell’evoluzione sui lieviti equivale a maggiore esclusività e complessità, per cui il Gran Noir fa ben 62 mesi sui lieviti. La famiglia Puiatti è stata la prima, nel 1978, a credere che la zona viticola del Collio poteva regalare non solo grandi vini bianchi ma anche grandi spumanti Metodo Classico.

CARATTERISTICHE

Gran Noir Blanc de Noirs Metodo Classico Dosaggio Zero Villa Parens, veste dorata intensa e brillante dal perlage sottile e minuto. Si dona con valenze aromatiche complesse e profonde, attraversate da profumi di cedro, mandorle tostate e salate, zenzero candito, lemon curd, parzialmente distratte da una stigma minerale di salsedine. L'assaggio è elegante ma al contempo è anche un cavallo di razza, "verticale", quasi tagliente, nerboruto e attraversato da vive acidità e sapidità; appagante nel suo prolungato strascico salino. Ritornano in chiusura le mandorle tostate e salate. Tipologia del terreno: Ponca con strati di marne e arenarie. Età delle vigne 20 anni. Metodo Classico con 62 mesi sui lieviti.

ABBINAMENTI

Gran Noir Blanc de Noirs Metodo Classico Dosaggio Zero Villa Parens, si abbina con tartare di tonno con cipolla di Tropea, Paccheri al coccio con pecorino di Fossa.

Friuli Venezia Giulia

Come la Liguria a ovest, nella storia il Friuli-Venezia Giulia è stato una regione di transito e di scambi, in particolare con l'Oriente, e questo si riflette anche nella sua viticoltura, che non a caso negli ultimi vent'anni ha raggiunto fama e notorietà anche grazie a quei vini che guardano a est, verso la terra d'origine della viticoltura mondiale che è il Caucaso. Alcuni produttori friulani si sono ispirati a metodi di vinificazione antichi che ancora oggi si utilizzano in Georgia, e li hanno applicati sia ai vitigni internazionali sia agli autoctoni friulani, con risultati di estrema originalità che hanno diviso l'opinione pubblica e inaugurato con largo anticipo l'ampio dibattito sul vino cosiddetto "naturale" che è oggi di moda. In questa piccola regione solcata verticalmente da Piave, Isonzo e Tagliamento, le zone più vocate alla coltivazione della vite sono concentrate nella parte orientale, dove troviamo le ampie e levigate colline del Collio e dei Colli Orientali, e, all'estremo est dell'Italia, l'altopiano roccioso del Carso, dal paesaggio brullo e quasi lunare.

Il clima è molto piovoso, ma l'influenza del mare e l'arieggiamento costante mitigano freddo e umidità, assicurando una buona maturazione delle uve in estate.

I vitigni bianchi più coltivati sono Chardonnay, Sauvignon Blanc e Riesling tra gli internazionali e Friulano (ex Tocai), Ribolla Gialla, Malvasia Istriana, Pinot Grigio, Pinot Bianco, Verduzzo e Picolit tra gli autoctoni

I vitigni rossi, oltre agli indigeni Refosco dal Peduncolo Rosso, Schioppettino e Pignolo, si trovano anche validi esempi di Merlot dei Colli Orientali.

VITIGNO: PINOT NERO

Pinot Nero Il vitigno che in Borgogna ha trovato la sua massima espressione mondiale, in Alto Adige si afferma comunque come miglior Pinot Nero italiano, soprattutto se coltivato nei magnifici vigneti nei dintorni di Egna e Mazzon. I Pinot Nero di queste zone sono giocati sull'immediatezza e la bevibilità, e si distinguono per finezza e buona rotondità; per quanto l'acidità e il tannino non siano elevati, si gode di una discreta complessità, tra piacevoli note di fiori - rosa e violetta - e frutti di bosco - lampone, fragolina, mirtillo e mora.
Regione
Friuli Venezia Giulia
Provenienza
Italia
Uve
Pinot Nero
Colore
Giallo Dorato
Odore
Fruttato
Speziato
Sapore
Sapido
Gradazione (% vol.)
12.5
Contenuto
75 Cl
Tipologia
Bianco
6 Articoli
No reviews
Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.