• -19%
Kerner Manni Nossing - Enoteca Telaro
Kerner Manni Nossing - Enoteca Telaro
Kerner Manni Nossing - Enoteca Telaro
Kerner Manni Nossing - Enoteca Telaro

Kerner Manni Nossing 2018

Ultimi articoli in magazzino
15,20 € 18,77 € -19%
  • DenominazioneDenominazione:Alto Adige/Sudtirol DOC
  • UveUve:Kerner in Purezza
  • ColoreColore:Giallo Paglierino Tenue
  • OdoreOdore:Ampiezza aromatica accompagnata da una vivida trama minerale; seguono sentori erbacei, di fieno e di agrumi
  • SaporeSapore:Gusto Struttura solida e grande persistenza, spicca per il finale asciutto e pulito
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:13.5% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:10 - 12° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Tonno al sesamo
Ordinalo entro 23 minuti per riceverlo tra Mercoledì 19 maggio e Giovedì 20 maggio

Manfred Nossing è una delle figure più promettenti della viticoltura dell'Alto Adige e il suo Kerner, profumatissimo vino recentemente riscoperto dal pubblico italiano, non fa che confermare questo dato. Cresciuto in una famiglia di agricoltori e allevatori, proprietaria del suggestivo maso Hoandlhof nella conca di Bressanone, Nossing, amichevolmente chiamato Manni, nel 1999 ha smesso di conferire le proprie uve alla cantina cooperativa locale iniziando a vinificare in proprio. I suoi 4 ettari di vigna, di recente impianto a 600 metri sul livello del mare in una delle aree più vocate del circondario, poggiano su un suolo sabbioso ricchissimo, di origine glaciale.

CARATTERISTICHE

Passeggiando tra i filari di Nossing è possibile trovare alcune delle più importanti varietà autoctone tradizionali dell'Alto Adige: tra queste, una delle più interessanti è proprio il Kerner, all'interno del piccolo vigneto Pluner e Mitsch, esposto a Sud-Est e coltivato con basse rese per ettaro. Il Kerner, vitigno aromatico a bacca bianca tradizionalmente acclimatato in area tedesca, austriaca e svizzera ma sottoposto alla DOC in Alto Adige sin dal 1993, ha una fase di maturazione tardiva e resiste molto bene alle basse temperature, fino a -10°C. Con queste uve straordinarie Manni Nossing ha disegnato un vino profondissimo, capace di attrarre l'attenzione internazionale fin dai primi anni della sua produzione e conquistare prestigiosi riconoscimenti da parte di alcune tra le più importanti guide di settore. Colore Giallo tenue Profumo Ampiezza aromatica accompagnata da una vivida trama minerale; seguono sentori erbacei, di fieno e di agrumi Gusto Struttura solida e grande persistenza, spicca per il finale asciutto e pulito

ABBINAMENTI

Tonno al sesamo

Trentino Alto Adige

L'Alto Adige è un esempio di eccellente conservazione e valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale di una regione in cui la viticoltura si integra in maniera perfetta nel rispetto dell'ambiente, poiché fa parte di un storia che inizia 3.000 anni fa, si sviluppa al tempo dei Romani, prosegue nel Medioevo grazie all'opera dei monaci benedettini per arrivare fino alle cantine sociali e ai produttori indipendenti dei tempi recenti.

La particolare morfologia dell'Alto Adige è dovuta all'opera di erosione del fiume Isarco e del fiume Adige, che hanno scavato due ampie e profonde valli tra le Dolomiti per andare poi a confluire a Bolzano, considerata nelle statistiche internazionali una città con la qualità media della vita tra le più alte al mondo. Nelle zone più pianeggianti delle valli e sugli altipiani circostanti si coltiva la vite, che si arrampica poi fino ai 1.000 metri. Su queste rocce grigie e viola formatesi oltre 250 milioni di anni fa trovano posto vigneti capaci di esprimere potenza e allo stesso tempo grande finezza aromatica grazie alle forti escursioni termiche.

Tra i vitigni rossi troviamo Pinot Nero, Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, in questi il Trentino mostra la propria vocazione sia con i vitigni internazionali con il proprio vitigno autoctono per eccellenza, il Teroldego. La vite si coltiva dai 70 metri nei pressi del Lago di Garda fino agli 800 metri della Val di Cembra. I suoli sono prevalentemente calcarei e pietrosi, il che determina un buon drenaggio del terreno. Le precipitazioni si concentrano in primavera e autunno, con inverni piuttosto nevosi alternati a estati calde e miti.

Sono i vini bianchi, tra i migliori d'Italia, ad aver reso celebre la viticoltura altoatesina, che può essere suddivisa in sette zone. Tra i vitigni bianchi, i più utilizzati sono Pinot Grigio, Pinot Bianco, Chardonnay, Sauvignon e l'autoctono Gewurztraminer. La vite si coltiva dai 70 metri nei pressi del Lago di Garda fino agli 800 metri della Val di Cembra. I suoli sono prevalentemente calcarei e pietrosi, il che determina un buon drenaggio del terreno. Le precipitazioni si concentrano in primavera e autunno, con inverni piuttosto nevosi alternati a estati calde e miti.

Regione
Trentino Alto Adige
Provenienza
Italia
Tipologia
Bianco
GOPYPCB
5 Articoli

Manfred Nossing è una delle figure più promettenti della viticoltura dell'Alto Adige e il suo Kerner, profumatissimo vino recentemente riscoperto dal pubblico italiano, non fa che confermare questo dato. Cresciuto in una famiglia di agricoltori e allevatori, proprietaria del suggestivo maso Hoandlhof nella conca di Bressanone, Nossing, amichevolmente chiamato Manni, nel 1999 ha smesso di conferire le proprie uve alla cantina cooperativa locale iniziando a vinificare in proprio. I suoi 4 ettari di vigna, di recente impianto a 600 metri sul livello del mare in una delle aree più vocate del circondario, poggiano su un suolo sabbioso ricchissimo, di origine glaciale.

No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.