• -16%
Malvasia IGT Damijan Podversic - Enoteca Telaro
Malvasia IGT Damijan Podversic - Enoteca Telaro
Malvasia IGT Damijan Podversic - Enoteca Telaro
Malvasia IGT Damijan Podversic - Enoteca Telaro

Malvasia IGT Damijan Podversic 2017

Ultimi articoli in magazzino
30,30 € 36,07 € -16%
  • DenominazioneDenominazione:Venezia Giulia IGT
  • UveUve:Malvasia Istriana 100%
  • ColoreColore:Oro antico
  • OdoreOdore:Si esprime con intensi profumi di miele d'acacia, pesca sciroppata, ananas candito, scorza di mandarino e pepe bianco, con sentori minerali
  • SaporeSapore:Assaggio di vivacissima freschezza e ricca sapidità, caldo, pieno e persistente, di moderata morbidezza, perfettamente equilibrato
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:14.5% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:12 - 14° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Fesa di tacchino alla senape
Ordinalo entro 9 ore e 27 minuti per riceverlo tra Venerdì 3 dicembre e Lunedì 6 dicembre

Nell'intento di fornire una descrizione quanto più accurata possibile delle aziende presenti in Guida chiediamo sempre ai produttori di raccontarci ciò che ritengono più importante ed è interessante vedere come Damijan Podversic si concentri soprattutto sulla vigna. Lo diciamo sempre che un buon vino nasce in vigna, ma per fare un buon vino da una buona vigna c'è bisogno anche di un buon contadino, di una persona che conosca la terra, che sappia interpretare il territorio leggendolo nella sua essenza e che abbia la sensibilità di accudire ogni pianta con mano gentile: Damijan Podversic è così, è un vignaiolo che ama la vita nei campi e capita che se chiami in azienda ti risponda lui direttamente dal trattore, offrendoti uno dei più alti momenti che un amante del vino possa vivere. Ecco dunque il quadro della situazione: i vigneti insistono su colline di circa 110-140 metri di altitudine, esposti a sud per il 70% e a sud-ovest per il restante 30%, su quel suolo portentoso che in Friuli chiamano "ponca", un mix di marne e arenarie stratificate con un significativo apporto di pietre; terreni poveri adattissimi per la coltivazione della vite. Le piante, allevate a Guyot, Cordone Speronato e Alberello, hanno una densità di 8000 ceppi per ettaro, per una produzione di circa 1kg di uva per ceppo. Questa scelta radicale di infittire gli impianti e di ridurre le rese fa si che si ottengano uve cariche di materia e di profumi, perfette per essere lavorate con l'inconfondibile stile Podversic: lunghe fermentazioni in legno, sulle bucce e con lieviti indigeni, nessuna filtrazione e un lento affinamento in bottiglia.

CARATTERISTICHE

Malvasia IGT Damijan Podversic ha un colore oro antico. Si esprime con intensi profumi di miele d'acacia, pesca sciroppata, ananas candito, scorza di mandarino e pepe bianco, con sentori minerali. Assaggio di vivacissima freschezza e ricca sapidità, caldo, pieno e persistente, di moderata morbidezza, perfettamente equilibrato. 3 anni in botte grande e un anno di affinamento in bottiglia. Non filtrato.

ABBINAMENTI

Malvasia IGT Damijan Podversic da abbinare con fesa di tacchino alla senape.

Friuli Venezia Giulia

Come la Liguria a ovest, nella storia il Friuli-Venezia Giulia è stato una regione di transito e di scambi, in particolare con l'Oriente, e questo si riflette anche nella sua viticoltura, che non a caso negli ultimi vent'anni ha raggiunto fama e notorietà anche grazie a quei vini che guardano a est, verso la terra d'origine della viticoltura mondiale che è il Caucaso. Alcuni produttori friulani si sono ispirati a metodi di vinificazione antichi che ancora oggi si utilizzano in Georgia, e li hanno applicati sia ai vitigni internazionali sia agli autoctoni friulani, con risultati di estrema originalità che hanno diviso l'opinione pubblica e inaugurato con largo anticipo l'ampio dibattito sul vino cosiddetto "naturale" che è oggi di moda. In questa piccola regione solcata verticalmente da Piave, Isonzo e Tagliamento, le zone più vocate alla coltivazione della vite sono concentrate nella parte orientale, dove troviamo le ampie e levigate colline del Collio e dei Colli Orientali, e, all'estremo est dell'Italia, l'altopiano roccioso del Carso, dal paesaggio brullo e quasi lunare.

Il clima è molto piovoso, ma l'influenza del mare e l'arieggiamento costante mitigano freddo e umidità, assicurando una buona maturazione delle uve in estate.

I vitigni bianchi più coltivati sono Chardonnay, Sauvignon Blanc e Riesling tra gli internazionali e Friulano (ex Tocai), Ribolla Gialla, Malvasia Istriana, Pinot Grigio, Pinot Bianco, Verduzzo e Picolit tra gli autoctoni

I vitigni rossi, oltre agli indigeni Refosco dal Peduncolo Rosso, Schioppettino e Pignolo, si trovano anche validi esempi di Merlot dei Colli Orientali.

Malvasia Istriana

LA PIANTA

Il grappolo ha una forma quasi cilindrica con piccolissima alatura; è di grandezza media, abbastanza compatto o leggermente spargolo. Gli acini sono sferici, regolari, di media grandezza, con buccia mediamente consistente, pruinosa e di colore verde giallastro. Abitualmente giunge a maturazione alla fine di settembre.

IL VINO

Il vino prodotto in pianura presenta veste paglierina con riflessi verdognoli; i profumi, non aromatici, sono freschi e fruttati mentre il gusto è leggero, asciutto e tendenzialmente acido. In collina o sul Carso ha invece colore più carico (tendente all'oro), maggiore alcolicità e spessore, e un'elegante armonia tra mineralità e grassezza glicerica.

Regione
Friuli Venezia Giulia
Provenienza
Italia
Uve
Ribolla Gialla
S7E3Y802
3 Articoli
Nell'intento di fornire una descrizione quanto più accurata possibile delle aziende presenti in Guida chiediamo sempre ai produttori di raccontarci ciò che ritengono più importante ed è interessante vedere come Damijan Podversic si concentri soprattutto sulla vigna. Lo diciamo sempre che un buon vino nasce in vigna, ma per fare un buon vino da una buona vigna c'è bisogno anche di un buon contadino, di una persona che conosca la terra, che sappia interpretare il territorio leggendolo nella sua essenza e che abbia la sensibilità di accudire ogni pianta con mano gentile: Damijan Podversic è così, è un vignaiolo che ama la vita nei campi e capita che se chiami in azienda ti risponda lui direttamente dal trattore, offrendoti uno dei più alti momenti che un amante del vino possa vivere. Ecco dunque il quadro della situazione: i vigneti insistono su colline di circa 110-140 metri di altitudine, esposti a sud per il 70% e a sud-ovest per il restante 30%, su quel suolo portentoso che in Friuli chiamano "ponca", un mix di marne e arenarie stratificate con un significativo apporto di pietre; terreni poveri adattissimi per la coltivazione della vite. Le piante, allevate a Guyot, Cordone Speronato e Alberello, hanno una densità di 8000 ceppi per ettaro, per una produzione di circa 1kg di uva per ceppo. Questa scelta radicale di infittire gli impianti e di ridurre le rese fa si che si ottengano uve cariche di materia e di profumi, perfette per essere lavorate con l'inconfondibile stile Podversic: lunghe fermentazioni in legno, sulle bucce e con lieviti indigeni, nessuna filtrazione e un lento affinamento in bottiglia.
No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.