• -19%
Nero di Lupo Nero d'Avola IGP Cos - Enoteca Telaro
Nero di Lupo Nero d'Avola IGP Cos - Enoteca Telaro
Nero di Lupo Nero d'Avola IGP Cos - Enoteca Telaro
Nero di Lupo Nero d'Avola IGP Cos - Enoteca Telaro
Nero di Lupo Nero d'Avola IGP Cos - Enoteca Telaro
Nero di Lupo Nero d'Avola IGP Cos - Enoteca Telaro

Nero di Lupo Nero d'Avola IGP Cos 2019

Ultimi articoli in magazzino
13,21 € 16,31 € -19%
  • DenominazioneDenominazione:sicilia IGP
  • UveUve:Nero d'Avola 100%
  • ColoreColore:Rosso rubino dalle trasparenze purpuree
  • OdoreOdore:Frutti rossi in confettura, anguria, cuoio e humus, pan d'epices, grafite e caffè
  • SaporeSapore:Corrispondente, denota bella freschezza, sapidità e tannini fini. Chiusura minerale
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:11% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:16 - 18° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Tagliata di petto d'anatra
Ordinalo ora per riceverlo tra Martedì 30 e Mercoledì 1 dicembre

Un'azienda che apprezziamo da sempre. COS è l’acronimo delle iniziali dei cognomi dei tre fondatori che nel 1980 hanno creato l’azienda: Titta Cilia, Giusto Occhipinti, Cirino Strano. I tre ragazzi ricevettero in affitto da Giuseppe Cilia, papà di Titta, la vecchia cantina di famiglia e l’attigua vigna ad alberello e così iniziarono questa avventura che in più di trent’anni li ha portati a rivoluzionare il Cerasuolo di Vittoria e la concezione del vino siciliano. Da sempre all’avanguardia, le prime anfore arrivano qui dalla Spagna nel settembre del 2000. L’approccio vitivinicolo biodinamico e l’estraneità a qualsiasi moda passeggera delineano un’idea ben chiara dei vini prodotti. E questo a noi piace tantissimo.

CARATTERISTICHE

Nero di Lupo Nero d'Avola IGP Cos fermenta in cemento. Affina in vasche di cemento e poi in bottiglia prima di essere immesso sul mercato. Frutta, cuoio e roccia al naso. Fine egodibile. Gastronomico.

ABBINAMENTI

Nero di Lupo Nero d'Avola IGP Cos da abbinare a una tagliata di petto d'anatra

REGIONE: SICILIA

Sicilia

La Sicilia. Il grande vulcano caratterizza a livello paesaggistico e climatico la parte orientale di questa vasta isola, la più grande del Mediterraneo, in cui l'influenza del mare e dei venti, unita alla prevalenza di suolo collinare, offre una varietà di microclimi e territori che nel corso dei secoli si sono ricoperti di campi di grano, uliveti, agrumeti e vigneti. Il clima è generalmente molto caldo e secco, con l'eccezione dell'Etna, dove non è raro che nevichi anche in estate. Un viaggio ideale alla ricerca dei vini siciliani dovrebbe articolarsi in un'alternanza di visite a grandi aziende storiche e produttori più piccoli, molti dei quali coltivano in regime biologico o biodinamico e riescono a esprimere appieno il carattere dei loro Nero d'Avola e Frappato-che si trovano insieme nel Cerasuolo di Vittoria, unica DOCG dell'isola o Nerello Mascalese e Perricone tra i rossi e Catarratto, Zibibbo e Malvasia della Lipari tra i bianchi.

Il vino è l'elemento che unisce natura e cultura, e che potrebbe da solo fare da traino a un settore turistico di alto livello che in Sicilia cerca la stessa combinazione di arte, paesaggio e umanità.

VITIGNO: NERO D'AVOLA

Nero d'Avola

LA PIANTA

Il grappolo è di grandezza media, conico, alato, spesso composto e mediamente compatto. L'acino è medio, ellissoidale, con buccia pruinosa, di medio spessore e di colore bluastro; se pressato, rilascia un succo dal colore rosso violaceo, molto zuccherino e di buona acidità. La produzione della pianta è regolare, predilige potatura corta e povera e forme di allevamento poco espanse, tipo alberello o spalliera. La piena maturazione delle uve è raggiunta in epoca media, di solito nel periodo compreso nella prima e seconda decade di settembre.

IL VINO

Il Nero d'Avola ha avuto storicamente una vocazione esclusiva per la vinificazione. In passato era invalso l'uso di tagliarlo con altre varietà: Frappato e Nerello Mascalese erano i classici compagni di abbinamento; oggi molte prestigiose case di produzione preferiscono l'impiego in purezza del vitigno. Ne scaturisce in questi casi un grande rosso da invecchiamento, dal colore rosso ciliegia e dal profumo complesso e profondo di frutta rossa, terra, spezie, sali balsamici. In bocca si rivela corposo, caldo e asciutto, con trama tannica fine, potente e nel contempo aggraziato, di ottima armonia ed espressività complessiva. Decisamente interessanti anche le versioni "giovani" che dimostrano la duttilità del vitigno, capace di dare anche vini freschi, gradevolmente fruttati, di impatto immediato e facile bevibilità.

3 Articoli

Un'azienda che apprezziamo da sempre. COS è l’acronimo delle iniziali dei cognomi dei tre fondatori che nel 1980 hanno creato l’azienda: Titta Cilia, Giusto Occhipinti, Cirino Strano. I tre ragazzi ricevettero in affitto da Giuseppe Cilia, papà di Titta, la vecchia cantina di famiglia e l’attigua vigna ad alberello e così iniziarono questa avventura che in più di trent’anni li ha portati a rivoluzionare il Cerasuolo di Vittoria e la concezione del vino siciliano. Da sempre all’avanguardia, le prime anfore arrivano qui dalla Spagna nel settembre del 2000. L’approccio vitivinicolo biodinamico e l’estraneità a qualsiasi moda passeggera delineano un’idea ben chiara dei vini prodotti. E questo a noi piace tantissimo.

No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.