• -16%
O' di Nè lazio IGP Tenuta Ronci di Nepi - Enoteca Telaro
O' di Nè lazio IGP Tenuta Ronci di Nepi - Enoteca Telaro
O' di Nè lazio IGP Tenuta Ronci di Nepi - Enoteca Telaro
O' di Nè lazio IGP Tenuta Ronci di Nepi - Enoteca Telaro

O' di Nè lazio IGP Tenuta Ronci di Nepi 2018

Non disponibile
7,57 € 9,02 € -16%
  • DenominazioneDenominazione:Lazio IGT
  • UveUve:Chardonnay 100%
  • ColoreColore:Giallo paglierino con riflessi dorati
  • OdoreOdore:Intenso ed elegante l’olfatto che offre note di fiori di campo e frutta a polpa gialla
  • SaporeSapore:Poi la vena minerale e le erbe aromatiche invitano al sorso di ottima rispondenza e progressione, dal lungo e sapido finale con echi di agrumi
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:13,5% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:10 - 12° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Orata all'acqua pazza

Sulle dolci colline della Valle Ronci l’omonima tenuta comprende circa 30 ettari. In un ambiente incontaminato e di suggestiva bellezza, con terreni di origine vulcanica che si estendono tra la Riserva Naturale della Valle del Treja ed il comune di Nepi, negli anni ’90 del secolo scorso, Arturo Improta, imprenditore innamorato della vitivinicoltura, crea l’azienda conciliando la curiosità della sperimentazione e della ricerca con l’obiettivo della massima qualità. Nella cantina recentemente ristrutturata e dotata di impianti tecnologicamente avanzati, avvalendosi della preziosa collaborazione di Luigi Moio, nel rispetto delle antiche tradizioni della cultura enologica italiana, produce vini di particolare qualità, finezza e valore territoriale.

CARATTERISTICHE

O' di Nè lazio IGP Tenuta Ronci di Nepi ha un colore giallo paglierino con riflessi dorati. Intenso ed elegante l’olfatto che offre note di fiori di campo e frutta a polpa gialla. Poi la vena minerale e le erbe aromatiche invitano al sorso di ottima rispondenza e progressione, dal lungo e sapido finale con echi di agrumi. 5 mesi in acciaio.

ABBINAMENTI

O' di Nè lazio IGP Tenuta Ronci di Nepi da abbinare un piatto della cucina Laziale, orata all'acqua pazza

REGIONE: LAZIO

Lazio

Il Lazio è considerato una regione poco rilevante dal punto di vista enologico, ma se si sposta l'attenzione sul vino quotidiano le sorprese non mancano, a cominciare dalle Docg Frascati Superiore e Cesanese del Piglio, le Denominazioni più valorizzate. Vi sono alcuni elementi di criticità dovuti al recente passato: una quantità eccessiva di Denominazioni rispetto agli ettari vitati, con una frammentazione che non ha consentito di offrire una massa critica utile a sfruttarne le potenzialità e a raggiungere un'adeguata visibilità; in secondo luogo, le Cantine sociali hanno a lungo operato in regime quasi monopolistico, non facilitando la nascita di nuove realtà produttive.

Tuttavia parliamo di una regione con il 54% del territorio costituito da colline, con una tradizione vitivinicola millenaria e un potenziale non sfruttato sia in termini di varietà autoctone sia di mercato, considerando anche solo Roma e il suo circondario. C'è quindi ancora molta strada da fare, ma gli elementi importanti ci sono tutti: dai milioni di bottiglie prodotte nell'area dei Castelli Romani, la cui qualità media sta lentamente migliorando, al recupero di questo mestiere come attività redditizia in altre province, al perfezionamento di vini che vadano a competere con i grandi d'Italia.

VITIGNO: CHARDONNAY

Chardonnay

LA PIANTA

Ha foglia media, rotonda; il grappolo è di medie dimensioni, piramidale, serrato, scarsamente alato; l'acino è di media grandezza, con buccia mediamente consistente, tenera e di colore giallo dorato. La vigoria è elevata, la produttività regolare e abbondante. La vendemmia è abbastanza precoce (prima decade di settembre o in alcune aree collinari addirittura agosto, per la produzione di vini metodo classico come il Franciacorta). Predilige i climi temperato-caldi, i terreni collinari, argillosi e calcarei, gli ambienti ventilati e freschi. È sensibile alle gelate primaverili.

IL VINO

Dallo Chardonnay si ottengono vini fermi, frizzanti o spumanti, con gradazione alcolica alta e acidità piuttosto elevata. Il colore del vino è giallo paglierino non particolarmente carico, il profumo, caratteristico, è delicato e fruttato (frutta tropicale, ananas in particolare), il sapore elegante e armonico. Se invecchiato assume note di frutta secca. È particolarmente indicato per l'affinamento in barrique.

Denominazione
Lazio IGT
Uve
Chardonnay
No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.