• -16%
Perdera Argiolas - Enoteca Telaro
Perdera Argiolas - Enoteca Telaro
Perdera Argiolas - Enoteca Telaro
Perdera Argiolas - Enoteca Telaro

Perdera Monica di Sardegna DOC Argiolas 2017

7,50 € 8,93 € -16%
  • DenominazioneDenominazione:Monica di Sardegna DOC
  • UveUve:Monica di Sardegna, Bovale e Carignan
  • ColoreColore:Rosso rubino
  • OdoreOdore:Un profumo vegetale soffia su rose selvatiche, marasche, ciliegie e legno di cedro
  • SaporeSapore:Tende all'equilibrio in virtù della pacata tannicità
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:14% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:16-18° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Scaloppine al basilico
Ordinalo ora per riceverlo tra Mercoledì 3 e Giovedì 4 marzo

Azienda di oltre ottanta anni, portati splendidamente. Dall'epoca dell'intuizione visionaria di Antonio Argiolas che negli anni Trenta puntò sul ritorno alla vigna di Serdiana, in un periodo di forte industrializzazione della regione e crisi agricola, le vendemmie si sono succedute una dopo l'altra sotto la guida sicura di figli e i nipoti. La svolta fu data dall'incontro con Giacomo Tachis che favorì la fiducia e la valorizzazione degli autoctoni: Cannonau, Carignano, Bovale, declinati secondo un gusto moderno che ha portato sulla scena della grande enologia italiana i vini sardi, profumati e longevi. Oggi Argiolas vanta un patrimonio vitivinicolo di oltre 250 ettari che si estende nella provincia cagliaritana, dall'areale Trexenta fino al Golfo Palmas. La sensibilità per la difesa del paesaggio e della biodiversità sono i più recenti traguardi di questa azienda che narra al mondo la storia e l'orgoglio della viticoltura sarda.

CARATTERISTICHE

Perdera Monica di Sardegna DOC Argiolas, il suo colore è rubino intenso con sottofondo tipico del Monica. All' Olfatto è vinoso, intenso, caratteristico. Al gusto è rotondo, sottogusto finale tendente quasi alla dolcezza gustativa tipica del Monica.

ABBINAMENTI

Perdera Monica di Sardegna DOC Argiolas, si abbina con paste tradizionali al sugo, minestre di pesce saporite, trance di tonno alla brace, agnello in umido, pecorino di media stagionatura.

REGIONE: SARDEGNA

Sardegna

La Sardegna vanta il primato di regione con la tradizione vitivinicola più antica. Una recente scoperta da parte di un gruppo di paleobotanici del Centro Conservazione Biodiversità dell'Università degli Studi di Cagliari ha rinvenuto semi di Malvasia e Vernaccia databili a 3000 anni fa, anticipando di secoli la diffusione della viticoltura nel Mediterraneo da parte dei Fenici.La Sardegna non è però ancora riuscita a sfruttare appieno il proprio potenziale di grande varietà di vitigni e vini originali che può offrire. Ad eccezione di alcune aziende che già operano ad alti livelli con continuità, ci sarebbe molto spazio per nuove generazioni di produttori che volessero puntare sulla qualità, piuttosto che accontentarsi di produzioni massificate da parte di grandi cantine. Guardando avanti, però questo limite rappresenta un potenziale. La categoria dei vini rossi è capitanata da Cannonau, Carignano e Monica, gli abitanti della regione bevono maggiormente i rossi della regione, mentre i numerosi turisti bevono maggiormente bianco, ma per fortuna le migliori etichette iniziano ad essere esportate in modo consistente: un successo destinato a crescere.

Il vino sardo offre tanti esempi di efficace personalità, frutto della felice relazione tra territorio e vitigno sia nel caso delle varietà più diffuse, sia per quelle minori come Bovale, Girò, Cagnulari, Semidano, Caddiu o Nieddera, sia infine per le tipologie internazionali come il Cabernet Sauvignon, che in Sardegna ha trovato una delle migliori espressioni nazionali.

Monica di sardegna

LA PIANTA

Il grappolo è piuttosto grande, di forma cilindrica o cilindrico-conica, alato e semispargolo. L'acino è medio, rotondo o subrotondo; la buccia ha un spessore consistente e un colore nero o nero violaceo. Di produttività abbondante e costante, matura di solito nella sweconda metà di settembre

IL VINO

Una vinificazione tradizionale può offrire un vino dal colore scuro e cupo, con profumi spiccati e vinosi che evolvono migliorando nel tempo. Di media struttura e contenuta acidità, in genere è bevuto giovane anche se un adeguato affinamento tende a migliorarlo. Con grappoli sottoposti a un breve appassimento si può realizzare un vino liquoroso dolce, morbido e con una vena acida appena accennata

Regione
Sardegna
Provenienza
Italia
Denominazione
Monica di Sardegna DOC
Uve
Monica
Odore
Fruttato
Sapore
Armonico
Gradazione (% vol.)
13
Contenuto
75 Cl
Tipologia
Rosso
Z6PQ9V
15 Articoli
No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.