• -18%
Perlè Bianco Trento DOC Ferrari MAGNUM - Enoteca Telaro

Perlè Bianco Trento DOC Ferrari MAGNUM 2011

55,05 € 67,13 € -18%
  • DenominazioneDenominazione:Trento DOC
  • UveUve:Chardonnay in Purezza
  • ColoreColore:Giallo Paglierino con riflessi dorati
  • OdoreOdore:Bouquet avvolgente che stuzzica il naso con ricordi di agrumi canditi e fiori bianchi, preludio di aromi più complessi di spezie e note tostate di polvere di caffè
  • SaporeSapore:Freschezza e sapidità in perfetta armonia ne esaltano la morbidezza, che riporta al lungo affinamento sui lieviti. L’ottima persistenza gustativa finale regala al palato sentori di albicocca disidratata e pepe bianco
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:12,5% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:8 - 10° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Antipasti di pesce, Antipasti di terra, Crostacei
  • FormatoSui Lieviti:Circa 50 mesi 
Ordinalo entro 14 ore e 48 minuti per riceverlo tra Mercoledì 19 maggio e Giovedì 20 maggio

L’esordio del Giulio Ferrari Rosé ha segnato uno dei momenti più significativi per la celebre casa spumantistica trentina. La Riserva, dal lunghissimo invecchiamento, che porta il nome del fondatore d’azienda, rappresenta la sintesi perfetta del connubio Pinot Nero-Chardonnay di montagna e la maestria inarrivabile di una cantina che sforna oltre 5 milioni di bottiglie l’anno di Metodo Classico, lavorando con logica artigianale. Sono poche le bottiglie prodotte dell’annata 2007, appena 7.000 e già si presuppone che enoteche prestigiose e alta ristorazione si accapiglieranno per aggiudicarsele. Il resto della felice gamma presentata è come sempre di livello assoluto, con la Riserva Giulio Ferrari 2008 pronta a duettare con la versione Rosé per conquistare le migliori tavole al mondo.

CARATTERISTICHE

Perlè Bianco Trento DOC Ferrari MAGNUM, si presenta fine perlage danza fra vivaci riflessi dorati. All'olfatto bouquet avvolgente che stuzzica il naso con ricordi di agrumi canditi e fiori bianchi, preludio di aromi più complessi di spezie e note tostate di polvere di caffè. Al palato emana freschezza e sapidità in perfetta armonia ne esaltano la morbidezza, che riporta al lungo affinamento sui lieviti. L’ottima persistenza gustativa finale regala al palato sentori di albicocca disidratata e pepe bianco.

ABBINAMENTI

Perlè Bianco Trento DOC Ferrari MAGNUM, si abbina ad antipasti di pesce, Antipasti di terra, Crostacei.

Trentino Alto Adige

L'Alto Adige è un esempio di eccellente conservazione e valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale di una regione in cui la viticoltura si integra in maniera perfetta nel rispetto dell'ambiente, poiché fa parte di un storia che inizia 3.000 anni fa, si sviluppa al tempo dei Romani, prosegue nel Medioevo grazie all'opera dei monaci benedettini per arrivare fino alle cantine sociali e ai produttori indipendenti dei tempi recenti.

La particolare morfologia dell'Alto Adige è dovuta all'opera di erosione del fiume Isarco e del fiume Adige, che hanno scavato due ampie e profonde valli tra le Dolomiti per andare poi a confluire a Bolzano, considerata nelle statistiche internazionali una città con la qualità media della vita tra le più alte al mondo. Nelle zone più pianeggianti delle valli e sugli altipiani circostanti si coltiva la vite, che si arrampica poi fino ai 1.000 metri. Su queste rocce grigie e viola formatesi oltre 250 milioni di anni fa trovano posto vigneti capaci di esprimere potenza e allo stesso tempo grande finezza aromatica grazie alle forti escursioni termiche.

Tra i vitigni rossi troviamo Pinot Nero, Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, in questi il Trentino mostra la propria vocazione sia con i vitigni internazionali con il proprio vitigno autoctono per eccellenza, il Teroldego. La vite si coltiva dai 70 metri nei pressi del Lago di Garda fino agli 800 metri della Val di Cembra. I suoli sono prevalentemente calcarei e pietrosi, il che determina un buon drenaggio del terreno. Le precipitazioni si concentrano in primavera e autunno, con inverni piuttosto nevosi alternati a estati calde e miti.

Sono i vini bianchi, tra i migliori d'Italia, ad aver reso celebre la viticoltura altoatesina, che può essere suddivisa in sette zone. Tra i vitigni bianchi, i più utilizzati sono Pinot Grigio, Pinot Bianco, Chardonnay, Sauvignon e l'autoctono Gewurztraminer. La vite si coltiva dai 70 metri nei pressi del Lago di Garda fino agli 800 metri della Val di Cembra. I suoli sono prevalentemente calcarei e pietrosi, il che determina un buon drenaggio del terreno. Le precipitazioni si concentrano in primavera e autunno, con inverni piuttosto nevosi alternati a estati calde e miti.

VITIGNO: CHARDONNAY

Chardonnay

LA PIANTA

Ha foglia media, rotonda; il grappolo è di medie dimensioni, piramidale, serrato, scarsamente alato; l'acino è di media grandezza, con buccia mediamente consistente, tenera e di colore giallo dorato. La vigoria è elevata, la produttività regolare e abbondante. La vendemmia è abbastanza precoce (prima decade di settembre o in alcune aree collinari addirittura agosto, per la produzione di vini metodo classico come il Franciacorta). Predilige i climi temperato-caldi, i terreni collinari, argillosi e calcarei, gli ambienti ventilati e freschi. È sensibile alle gelate primaverili.

IL VINO

Dallo Chardonnay si ottengono vini fermi, frizzanti o spumanti, con gradazione alcolica alta e acidità piuttosto elevata. Il colore del vino è giallo paglierino non particolarmente carico, il profumo, caratteristico, è delicato e fruttato (frutta tropicale, ananas in particolare), il sapore elegante e armonico. Se invecchiato assume note di frutta secca. È particolarmente indicato per l'affinamento in barrique.

Provenienza
Italia
Denominazione
Trento DOC
Uve
Chardonnay
Gradazione (% vol.)
12.5
Contenuto
75 Cl
Tipologia
Bollicina
3PX84NLQ
6 Articoli

Costante crescita quantitativa, altrettanta sul fronte della qualità. In casa Ferrari c'è visione, progettazione di nuove etichette (addirittura un nuovo Rosé che dovrebbe duplicare il brand Giulio Ferrari) e un'immagine sempre più accattivante, capace di evolvere nella continuità col passato. La dinastia dei Lunelli consolida la fama della loro griffe, a cominciare da pratiche colturali sempre più attente, improntate all'ecosostenibilità e al bio. Tanti i metodo classico prodotti, incredibilmente autorevoli e versatili, anche grazie alle intuizioni dello storico chef de cave Ruben Larentis. Performance d'alto livello per diversi vini della maison, molti dei quali riescono (idealmente) a salire sul gradino più alto del podio. Anche se i Tre Bicchieri vanno alla novità, il Perlè Zero '11 - un autentico fuoriclasse, raffinato negli aromi e dalla bocca possente, di grande forza e un finale lunghissimo - è sempre assolutamente convincente il super blasonato Giulio Ferrari. Gran bella beva per tutti gli altri: sia il Perlé Nero che il Perlé Bianco. Per noi Ferrari è la Cantina dell'Anno.

Gambero Rosso

No reviews
Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.