• -19%
Pinot Nero Franz Haas 2017

Pinot Nero Franz Haas 2017

Non disponibile
18,92 € 23,36 € -19%
  • DenominazioneDenominazione:Alto Adige DOC
  • UveUve:Pinot Nero
  • ColoreColore:Granato chiaro
  • OdoreOdore:Intensi sentori tipici, di fragolina di bosco, ribes e leggermente vanigliato
  • SaporeSapore:Morbido, ma anche sapido e di buona tensione, con finale caldo e persistente 
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:13.5% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:16 - 18° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Animelle di vitello alla griglia

L'azienda di Franz Haas, grande interprete dell'oneroso ma appagante Pinot Nero e icona del mondo altoatesino, viaggia a ritmi sostenuti. Costanza qualitativa, carattere e la consapevolezza di non aver bisogno di strafare sono le doti che ogni anno brillano nella sua produzione

Il Pinot Nero è uno dei vitigni importati in Trentino e reimpiantati dopo il flagello della fillossera alla fine dell'Ottocento. Oggi i vigneti più vecchi hanno 60 o 70 anni e una densità di circa 3000 piante per ettaro, mentre i più recenti e razionali arrivano anche a 12500 piante. Le zone produttive di maggior interesse sono quelle collinari (da 300 a 700 metri) lungo la sponda sinistra dell'Adige attorno ad Avio, a sud di Rovereto, e a nord di Trento fino a San Michele all'Adige. Gli impianti sono coltivati a pergola trentina con una resa estremamente variabile (da 20 a 65 quintali per ettaro), a seconda della posizione e della densità. In media si raccolgono circa due chilogrammi grammi d'uva per ceppo. Fermentazione e affinamento avvengono, a seconda dei produttori, in acciaio o in legno. La DOC contempla anche le tipologie Superiore e Riserva. Quest'ultima prevede almeno due anni d'invecchiamento obbligatorio.

CARATTERISTICHE

Il Pinot Nero, che per Franz Haas è “il bianco fra i rossi”, si presenta a seconda dell’annata con un mutevole gioco di colori che può variare dal rosso rubino chiaro ad un rosso rubino intenso. Il bouquet si apre con note di marasche e lamponi, marzapane e marmellata di prugne, chiodi di garofano e cannella. Alla fine si percepiscono aromi di sottobosco. Al palato il vino è fresco e vivace grazie a tannini eleganti che lo rendono aromatico e rotondo e assicurano un sapore invitante e gustoso.

ABBINAMENTI

Il Pinot Nero Franz Haas si sposa molto bene con piatti di pesce leggeri, arrosti di selvaggina e carni rosse.

Trentino Alto Adige

L'Alto Adige è un esempio di eccellente conservazione e valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale di una regione in cui la viticoltura si integra in maniera perfetta nel rispetto dell'ambiente, poiché fa parte di un storia che inizia 3.000 anni fa, si sviluppa al tempo dei Romani, prosegue nel Medioevo grazie all'opera dei monaci benedettini per arrivare fino alle cantine sociali e ai produttori indipendenti dei tempi recenti.

La particolare morfologia dell'Alto Adige è dovuta all'opera di erosione del fiume Isarco e del fiume Adige, che hanno scavato due ampie e profonde valli tra le Dolomiti per andare poi a confluire a Bolzano, considerata nelle statistiche internazionali una città con la qualità media della vita tra le più alte al mondo. Nelle zone più pianeggianti delle valli e sugli altipiani circostanti si coltiva la vite, che si arrampica poi fino ai 1.000 metri. Su queste rocce grigie e viola formatesi oltre 250 milioni di anni fa trovano posto vigneti capaci di esprimere potenza e allo stesso tempo grande finezza aromatica grazie alle forti escursioni termiche.

Tra i vitigni rossi troviamo Pinot Nero, Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, in questi il Trentino mostra la propria vocazione sia con i vitigni internazionali con il proprio vitigno autoctono per eccellenza, il Teroldego. La vite si coltiva dai 70 metri nei pressi del Lago di Garda fino agli 800 metri della Val di Cembra. I suoli sono prevalentemente calcarei e pietrosi, il che determina un buon drenaggio del terreno. Le precipitazioni si concentrano in primavera e autunno, con inverni piuttosto nevosi alternati a estati calde e miti.

Sono i vini bianchi, tra i migliori d'Italia, ad aver reso celebre la viticoltura altoatesina, che può essere suddivisa in sette zone. Tra i vitigni bianchi, i più utilizzati sono Pinot Grigio, Pinot Bianco, Chardonnay, Sauvignon e l'autoctono Gewurztraminer. La vite si coltiva dai 70 metri nei pressi del Lago di Garda fino agli 800 metri della Val di Cembra. I suoli sono prevalentemente calcarei e pietrosi, il che determina un buon drenaggio del terreno. Le precipitazioni si concentrano in primavera e autunno, con inverni piuttosto nevosi alternati a estati calde e miti.

VITIGNO: PINOT NERO

Pinot Nero Il vitigno che in Borgogna ha trovato la sua massima espressione mondiale, in Alto Adige si afferma comunque come miglior Pinot Nero italiano, soprattutto se coltivato nei magnifici vigneti nei dintorni di Egna e Mazzon. I Pinot Nero di queste zone sono giocati sull'immediatezza e la bevibilità, e si distinguono per finezza e buona rotondità; per quanto l'acidità e il tannino non siano elevati, si gode di una discreta complessità, tra piacevoli note di fiori - rosa e violetta - e frutti di bosco - lampone, fragolina, mirtillo e mora.
Regione
Trentino Alto Adige
Denominazione
Alto Adige DOC
Uve
Pinot Nero

L’azienda Franz Haas nasce nel 1880 e lavora per esprimere al meglio la qualità dei vini che produce: circa 55 ettari vitati, con una grande passione per il Pinot Nero.  Un’ altra peculiarità di Franz Haas  è il collegamento con l’artista Riccardo Schweizer, che collaborò con Picasso, Chagall e molti altri: fu proprio lui a realizzare le etichette.

No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.