Pinot Nero Saracco

Pinot Nero Saracco 2009

Ultimi articoli in magazzino
16,31 €
  • DenominazioneDenominazione: Pinot Nero DOP
  • UveUve:100% Pinot Nero
  • ColoreColore:Rosso Rubino Intenso
  • OdoreOdore:Delicato di frutti a bacca rossa
  • SaporeSapore:Fruttato di bacche di sottobosco, vellutato e rotondo
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:14% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:18 - 20° C
  • AbbinamentiAbbinamenti: Formaggi e salumi stagionati.
Ordinalo entro 7 ore e 38 minuti per riceverlo tra Mercoledì 13 novembre e Giovedì 14 novembre

DESCRIZIONE

Il pinot nero Saracco combina il tradizionale profumo delicato di frutti a bacca rossa (come il mirtillo. la mora e il lampone) e il gusto vellutato, con un corpo rotondo, equilibrato ed elegante. Le uve vengono fatte fermentare in vasche di acciaio inox. L’affinamento avviene in parte in piccole botti di rovere francese e in parte in botte grande per 12-14 mesi.

CARATTERISTICHE

Colore rosso intenso con riflessi purpurei, profumo delicato di frutti a bacca rossa (mirtillo, mora e lampone), sapore fruttato di bacche di sottobosco, vellutato e rotondo.

ABBINAMENTI

Ottimo da abbinare a carni rosse in umido e formaggi stagionati

REGIONE: PIEMONTE

Piemonte

Il Piemonte, seconda regione più estesa d'Italia dopo la Sicilia, è una delle più varie dal punto di vista geografico e climatico. Il principale sistema collinare, il cui paesaggio vitivinicolo è stato di recente insignito della tutela Unesco, è costituito da Langhe, Monferrato e Roero, localizzato nella parte meridionale e orientale della regione. A nord troviamo l'altra grande area collinare, composta da Canavese, Coste della Sesia e Colli Novaresi.

Ci troviamo in una regione a clima generalmente temperato, con estati umide e calde rinfrescate da violenti temporali, autunni nebbiosi e piovosi, inverni mediamente freddi con nevicate abbondanti in collina, e primavere relativamente miti. La combinazione di territorio e clima piemontese si rivela quindi adatta alla coltivazione di alcuni vitigni autoctoni che qui hanno trovato la loro più felice espressione, a cominciare da Nebbiolo e Barbera, che la viticoltura piemontese ha saputo esprimere ai massimi livelli mondiali.

A oggi i grandi vini piemontesi restano i più premiati e ambiti tra i vini italiani all'estero, superando spesso anche gli acclamati toscani. Accanto a vini ormai mitici come Barolo e Barbaresco, il Piemonte offre però molti vini più economici altrettanto validi, come le squisite Barbere d'Asti, Nizza e Alba, e alcuni sorprendenti Dolcetto, oltre a pregiati Nebbiolo coltivati in altre denominazioni. Il valore di un ettaro di Barolo, nelle zone più importanti, supera ormai il milione di euro.

VITIGNO: PINOT NERO

Pinot Nero Il vitigno che in Borgogna ha trovato la sua massima espressione mondiale, in Alto Adige si afferma comunque come miglior Pinot Nero italiano, soprattutto se coltivato nei magnifici vigneti nei dintorni di Egna e Mazzon. I Pinot Nero di queste zone sono giocati sull'immediatezza e la bevibilità, e si distinguono per finezza e buona rotondità; per quanto l'acidità e il tannino non siano elevati, si gode di una discreta complessità, tra piacevoli note di fiori - rosa e violetta - e frutti di bosco - lampone, fragolina, mirtillo e mora.

Dettagli del prodotto

Regione
Piemonte
Denominazione
Pinot Nero DOC
Uve
Pinot Nero
Colore
Rosso Rubino
Odore
Fruttato
Sapore
Vellutato
Gradazione (% vol.)
14
Contenuto
75 Cl

Recensioni

Nessuna recensione
Prodotto aggiunto alla lista dei desideri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.