• -16%
Ribolla Gialla IGT Damijan Podversic - Enoteca Telaro
Ribolla Gialla IGT Damijan Podversic - Enoteca Telaro
Ribolla Gialla IGT Damijan Podversic - Enoteca Telaro
Ribolla Gialla IGT Damijan Podversic - Enoteca Telaro

Ribolla Gialla IGT Damijan Podversic 2016

Ultimi articoli in magazzino
30,30 € 36,07 € -16%
  • DenominazioneDenominazione:Venezia Giulia IGT
  • UveUve:Ribolla Gialla 100%
  • ColoreColore:Oro antico
  • OdoreOdore:Esemplare interpretazione di Ribolla Gialla dai nitidi profumi di mostarda di mele cotogne, ananas candito, confettura di mandarini, zenzero, nocciole tostate, caramella mou e note salmastre con cenni smaltati
  • SaporeSapore:Al palato ridona in sensazioni aromatiche quanto percepito all'olfatto in un sorso di esaltante freschezza e vivace sapidità, morbido, pieno e intensamente persistente
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:13.5% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:12 - 14° C
  • AbbinamentiAbbinamentiRisotto giallo ai finferli, Arista di maiale alle mele
Ordinalo entro 15 ore e 58 minuti per riceverlo tra Martedì 20 aprile e Mercoledì 21 aprile

Nell'intento di fornire una descrizione quanto più accurata possibile delle aziende presenti in Guida chiediamo sempre ai produttori di raccontarci ciò che ritengono più importante ed è interessante vedere come Damijan Podversic si concentri soprattutto sulla vigna. Lo diciamo sempre che un buon vino nasce in vigna, ma per fare un buon vino da una buona vigna c'è bisogno anche di un buon contadino, di una persona che conosca la terra, che sappia interpretare il territorio leggendolo nella sua essenza e che abbia la sensibilità di accudire ogni pianta con mano gentile: Damijan Podversic è così, è un vignaiolo che ama la vita nei campi e capita che se chiami in azienda ti risponda lui direttamente dal trattore, offrendoti uno dei più alti momenti che un amante del vino possa vivere. Ecco dunque il quadro della situazione: i vigneti insistono su colline di circa 110-140 metri di altitudine, esposti a sud per il 70% e a sud-ovest per il restante 30%, su quel suolo portentoso che in Friuli chiamano "ponca", un mix di marne e arenarie stratificate con un significativo apporto di pietre; terreni poveri adattissimi per la coltivazione della vite. Le piante, allevate a Guyot, Cordone Speronato e Alberello, hanno una densità di 8000 ceppi per ettaro, per una produzione di circa 1kg di uva per ceppo. Questa scelta radicale di infittire gli impianti e di ridurre le rese fa si che si ottengano uve cariche di materia e di profumi, perfette per essere lavorate con l'inconfondibile stile Podversic: lunghe fermentazioni in legno, sulle bucce e con lieviti indigeni, nessuna filtrazione e un lento affinamento in bottiglia.

CARATTERISTICHE

Ribolla Gialla IGT Damijan Podversic ha un colore oro antico. Esemplare interpretazione di Ribolla Gialla dai nitidi profumi di mostarda di mele cotogne, ananas candito, confettura di mandarini, zenzero, nocciole tostate, caramella mou e note salmastre con cenni smaltati. Al palato ridona in sensazioni aromatiche quanto percepito all'olfatto in un sorso di esaltante freschezza e vivace sapidità, morbido, pieno e intensamente persistente. 3 anni in botte grande e un anno di affinamento in bottiglia. Non filtrato.

ABBINAMENTI

Ribolla Gialla IGT Damijan Podversic ottimo si risotto giallo ai finferli, Arista di maiale alle mele

Friuli Venezia Giulia

Come la Liguria a ovest, nella storia il Friuli-Venezia Giulia è stato una regione di transito e di scambi, in particolare con l'Oriente, e questo si riflette anche nella sua viticoltura, che non a caso negli ultimi vent'anni ha raggiunto fama e notorietà anche grazie a quei vini che guardano a est, verso la terra d'origine della viticoltura mondiale che è il Caucaso. Alcuni produttori friulani si sono ispirati a metodi di vinificazione antichi che ancora oggi si utilizzano in Georgia, e li hanno applicati sia ai vitigni internazionali sia agli autoctoni friulani, con risultati di estrema originalità che hanno diviso l'opinione pubblica e inaugurato con largo anticipo l'ampio dibattito sul vino cosiddetto "naturale" che è oggi di moda. In questa piccola regione solcata verticalmente da Piave, Isonzo e Tagliamento, le zone più vocate alla coltivazione della vite sono concentrate nella parte orientale, dove troviamo le ampie e levigate colline del Collio e dei Colli Orientali, e, all'estremo est dell'Italia, l'altopiano roccioso del Carso, dal paesaggio brullo e quasi lunare.

Il clima è molto piovoso, ma l'influenza del mare e l'arieggiamento costante mitigano freddo e umidità, assicurando una buona maturazione delle uve in estate.

I vitigni bianchi più coltivati sono Chardonnay, Sauvignon Blanc e Riesling tra gli internazionali e Friulano (ex Tocai), Ribolla Gialla, Malvasia Istriana, Pinot Grigio, Pinot Bianco, Verduzzo e Picolit tra gli autoctoni

I vitigni rossi, oltre agli indigeni Refosco dal Peduncolo Rosso, Schioppettino e Pignolo, si trovano anche validi esempi di Merlot dei Colli Orientali.

VITIGNO: RIBOLLA GIALLA

Ribolla Gialla

LA PIANTA

Il grappolo è piccolo (anche meno di 80 grammi a maturazione), cilindrico-piramidale, di media compattezza. L'acino invece è medio-grande, tondo ma leggermente schiacciato ai poli, con buccia pruinosa, poco spessa e di colore giallo alabastro. Germoglia tardivamente e matura in epoca media; le vendemmie si effettuano di solito nella seconda metà di settembre.

IL VINO

Il vino di annata da uve fresche ha colore paglierino carico tendente al dorato, con profumi delicati nei toni vegetali e floreali; in bocca è abbastanza corposo e segnato da una buona acidità. A Oslavia si sono imposte da tempo vinificazioni con macerazione delle bucce, che danno origine a vini ben strutturati e intensi di grande finezza e profondità sapida.

Regione
Friuli Venezia Giulia
Provenienza
Italia
Uve
Ribolla Gialla
S7E3Y802
3 Articoli
Nell'intento di fornire una descrizione quanto più accurata possibile delle aziende presenti in Guida chiediamo sempre ai produttori di raccontarci ciò che ritengono più importante ed è interessante vedere come Damijan Podversic si concentri soprattutto sulla vigna. Lo diciamo sempre che un buon vino nasce in vigna, ma per fare un buon vino da una buona vigna c'è bisogno anche di un buon contadino, di una persona che conosca la terra, che sappia interpretare il territorio leggendolo nella sua essenza e che abbia la sensibilità di accudire ogni pianta con mano gentile: Damijan Podversic è così, è un vignaiolo che ama la vita nei campi e capita che se chiami in azienda ti risponda lui direttamente dal trattore, offrendoti uno dei più alti momenti che un amante del vino possa vivere. Ecco dunque il quadro della situazione: i vigneti insistono su colline di circa 110-140 metri di altitudine, esposti a sud per il 70% e a sud-ovest per il restante 30%, su quel suolo portentoso che in Friuli chiamano "ponca", un mix di marne e arenarie stratificate con un significativo apporto di pietre; terreni poveri adattissimi per la coltivazione della vite. Le piante, allevate a Guyot, Cordone Speronato e Alberello, hanno una densità di 8000 ceppi per ettaro, per una produzione di circa 1kg di uva per ceppo. Questa scelta radicale di infittire gli impianti e di ridurre le rese fa si che si ottengano uve cariche di materia e di profumi, perfette per essere lavorate con l'inconfondibile stile Podversic: lunghe fermentazioni in legno, sulle bucce e con lieviti indigeni, nessuna filtrazione e un lento affinamento in bottiglia.
No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.