• -16%
Sperss Nebbiolo Langhe DOC Gaja - Enoteca Telaro

Sperss Nebbiolo Langhe DOC Gaja 2011

Non disponibile
137,70 € 163,93 € -16%
  • DenominazioneDenominazione:Langhe DOC
  • UveUve:94% Nebbiolo, 6% Barbera
  • ColoreColore:Rosso Granato
  • OdoreOdore:Floreale
  • SaporeSapore:Amabile di buon corpo e vellutato
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:14% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:18 - 20° c
  • AbbinamentiAbbinamenti:minestre, salumi, carni bianche, formaggi semiduri e duri.

La famiglia Gaja acquistò uva da Serralunga per il loro Barolo fino al 1961, quando decisero di produrre solo da vigneti di proprietà. Nel 1988 acquistarono un vigneto di 30 acri in una delle migliori zone di Serralunga e lo chiamarono Sperss, il termine piemontese per nostalgia, in queto caso quella della famiglia Gaja per il potente carattere dei vini Serralunga.

CARATTERISTICHE

Rosso granato intenso alla vista. Delizia le narici con un’infinità di sentori, tra cui si riconoscono prugna, cassis e frutta a polpa scura, seguiti da cuoio, richiami floreali e ricordi di tartufo e funghi secchi. L’assaggio è fresco e tonico da un lato, strutturato e pieno dall'altro, lasciando sempre la bocca vellutata. Sperss mostra il carattere austero tipico della struttura profonda del Serralunga con ricchi tannini maturi e un'ottima persistenza.

ABBINAMENTI

Perfetto per abbinamenti con minestre, salumi , carni bianche e formaggi duri/semi-duri.

Regione
Piemonte
Provenienza
Italia
Denominazione
Langhe DOC
Uve
Nebbiolo
Colore
Rosso Granato
Odore
Floreale
Sapore
Amabile
Gradazione (% vol.)
14
Contenuto
75 Cl
Tipologia
Rosso
SPEGAJ

La famiglia Gaja si stabilì in Piemonte a metà del XVII secolo. Cinque generazioni si sono alternate nella produzione di vino da quando Giovanni Gaja, nel 1859, fondò la cantina a Barbaresco, nel cuore delle Langhe. Angelo, figlio di Giovanni, rappresenta la seconda generazione. Nel 1905 sposò Clotilde Rey, donna tenace ed ambiziosa che esercitò su di lui una forte influenza orientandolo verso scelte produttive ispirate alla totale dedizione alla qualità. Giovanni Gaja, figlio di Clotilde ed Angelo, venuto a mancare nel 2002, fu un artigiano eccelso. Fece del Barbaresco il suo vino bandiera guadagnando una posizione leader sul mercato italiano. Introdusse la filosofia - che l'azienda porta avanti tutt'oggi - di imbottigliare solo le annate migliori vendendo sfuse le altre; inoltre incrementò i vigneti di proprietà attraverso l’acquisto dei siti Costa Russi, Sorì Tildin, Sorì San Lorenzo e Darmagi, consolidando così un ulteriore miglioramento della produzione.
Angelo Gaja, cresciuto con i valori della cultura artigiana inculcati da suo padre, rappresenta la quarta generazione. Entrato in azienda nel 1961 ha contraddistinto fin dall'inizio le scelte aziendali con personalità, ricercando soluzioni innovative in viticultura ed enologia. Ha inoltre introdotto in Langa la coltivazione di nuove varietà ed ha affermato la conoscenza del Barbaresco nel mondo.
Nel 1994 la famiglia Gaja ha acquistato la cantina Pieve S. Restituta a Montalcino e nel 1996 ha acquistato una seconda proprietà in Toscana, a Bolgheri, dove ha fondato la cantina Ca' Marcanda. Il vino è una tradizione di famiglia attraverso la quale i sogni ed i progetti di una generazione vivono e si completano nelle generazioni che seguono. Nell'attività di famiglia Angelo è affiancato dalla moglie Lucia e dalle figlie Gaia e Rossana che si dedicano all'amministrazione delle cantine e rappresentano la quinta generazione.

No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.