Torre di Giano IGT Lungarotti

Torre di Giano IGT Lungarotti 2017

7,95 €
  • DenominazioneDenominazione:Umbria IGT
  • UveUve:Vermentino, Trebbiano, Grechetto
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:12% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:12 - 14° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Aperitivi, pasta con verdure, frutti di mare, formaggi a pasta molle.
Ordinalo ora per riceverlo tra Martedì 17 e Mercoledì 18 settembre

DESCRIZIONE

Dire Lungarotti è dire Torgiano, il territorio che ha reso famosa l’Umbria del vino. Fondata da Giorgio Lungarotti agli inizi degli anni 60, l’azienda è ora diretta dalle sorelle Chiara e Teresa. Il loro impegno e l’apertura all’innovazione che le contraddistingue hanno apportato un forte slancio all’azienda, rafforzando l’esempio concreto di positività familiare costruito a garanzia non solo del presente ma anche del futuro.

CARATTERISTICHE

Colore giallo paglierino brillante con riflessi verdognoli. Delicati e persistenti richiami al naso di frutta bianca (macedonia, pera, pesca) con note agrumate; fragrante e molto fresco nel finale con chiusura mandorlata. In bocca è asciutto, di buona struttura, ha ingresso elegante, evoluzione fresca e fragrante e una gradevole nota acidula; mantiene una lunga persistenza fruttata e un finale assai rinfrescante.

ABBINAMENTI

Eccellente aperitivo, accompagna con eleganza paste con verdure, vellutate con verdure di stagione, pesce e frutti di mare, zuppa di cipolle, formaggi a pasta molle e norcinerie.

REGIONE: UMBRIA

Umbria

L'Umbria è un immenso giardino al centro dell'Italia. Un mare di uliveti, frutteti,vigneti e boschi ne adorna le colline, ispirando poesia e serenità ovunque si posi lo sguardo. Una macchina del tempo che porta i visitatori in una terra in cui si respirano ancora antiche tradizioni agricole nelle campagne e spiritualità e arte in città straordinarie come Assisi, Orvieto, Gubbio, Spoleto e Todi, oltre che il capoluogo Perugia.

Grande poco più di un terzo della Toscana, regione con cui condivide le maggiori affinità paesaggistiche, come superficie vitata si attesta sui 12.000 ettari, meno di un quinto della regione vicina. Nella viticoltura contemporanea l'immagine dell'Umbria è legata alla riscoperta e alla valorizzazione di due vitigni autoctoni: il rosso Sagrantino di Montefalco (reso celebre dalla cantina Caprai) e il bianco Grechetto.

Queste esperienze di enorme successo hanno avuto il merito di accelerare verso l'alta qualità l'evoluzione di un'enologia regionale che, per quanto di tradizione millenaria, le prime tracce sono di epoca etrusca, si accontentava di produrre, soprattutto attraverso le cantine sociali, grandi quantità di Merlot e altri vini di poco pregio da vendere a basso costo nei supermercati.

Invece a partire dagli anni'80 del secolo scorso si è cominciato a sperimentare con creatività, ispirandosi anche alla Francia: da alcuni ambiziosi uvaggi di Sangiovese e Cabernet Sauvignon fino a interessanti versioni botritizzate di vini passiti, i prodotti umbri sono riusciti a comporre un mosaico produttivo variegato, che ci consente di segnalare vini di riferimento non solo di tradizione ma anche di invenzione.

VITIGNO: VERMENTINO

Vermentino

LA PIANTA

Si distinguono due tipi di Vermentino, quello a grappolo serrato e quello spargolo, detto anche "sciolto": il primo è medio-grosso, piramidale e dotato di due ali; il secondo è medio, generalmente cilindrico e allungato. Di conseguenza presentano anche due tipologie di acini: il Vermentino serrato, ha l'acino medio-grosso, sferoide e talvolta leggermente allungato, mentre quello spargolo ha un acino un po' più piccolo, sferoidale e con una colorazione giallo ambrata più estesa. L'epoca di maturazione è simile e si colloca di solito attorno alla seconda terza decade di settembre.

IL VINO

Negli anni Sessanta e Settanta il Vermentino era in gran parte utilizzato come uva da tavola e non per la vinificazione. Le versioni tradizionali danno solitamente un vino dal bouquet ampio ed elegante, dove si intrecciano leggere note di frutta fresca, di agrumi e di fiori bianchi o di campo. Al gusto risulta pieno ed equilibrato, sostenuto in genere da buona acidità e da una fine sapidità. Si apprezza da giovane ma è capace di evolvere positivamente nel medio periodo.

Dettagli del prodotto

Tipologia
Bianco
Regione
Umbria
Provenienza
Italia
Denominazione
Umbria IGT
Uve
Blend
Gradazione (% vol.)
12
Contenuto
75 Cl
TORLUN

Recensioni

Nessuna recensione
Prodotto aggiunto alla lista dei desideri

SIAMO LA PRIMA ENOTECA ONLINE

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

RICEVI SUBITO UNA BOTTIGLIA DI AGLIANICO IN OMAGGIO!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.