• -19%
Verdeca Puglia IGT Cantele  - Enoteca Telaro
Verdeca Puglia IGT Cantele  - Enoteca Telaro
Verdeca Puglia IGT Cantele  - Enoteca Telaro
Verdeca Puglia IGT Cantele  - Enoteca Telaro

Verdeca Puglia IGT Cantele 2018

Non disponibile
6,31 € 7,79 € -19%
  • DenominazioneDenominazione:Puglia IGt
  • UveUve:100% Verdeca
  • ColoreColore:Giallo paglierino con delicati riflessi verdolini
  • OdoreOdore:Intenso e persistente. Fruttato con netti sentori di mela cotogna. Floreale con sambuco e fiori di pesco. Caratteristico retro olfatto balsamico con rosmarino e salvia
  • SaporeSapore:Intenso con netta sensazione di freschezza e leggera nota aromatica. Retrogusto ammaliante e molto persistente, di buona complessità retro olfattiva
  • Gradazione alcolicaGradazione alcolica:12% vol.
  • FormatoFormato:75 Cl
  • Temperatura di servizioTemperatura di servizio:10 - 12° C
  • AbbinamentiAbbinamenti:Spaghetti vongole e pomodorin

Verdeca: dal suo vitigno a bacca bianca, come da un’intuizione profonda ed acuta, evoca tutto ciò che di suadente resta sospeso nell’ultimo sospiro dell’estate. L’altro profilo di questo vino, com’è giusto che sia, riguarda la sua nobiltà semplice ed i gesti di ricerca che l’hanno resa possibile dentro un calice.

CARATTERISTICHE

COLORE: Giallo paglierino con delicati riflessi verdolini. NASO: Intenso e persistente. Fruttato con netti sentori di mela cotogna. Floreale con sambuco e fiori di pesco. Caratteristico retro olfatto balsamico con rosmarino e salvia. PALATO: Intenso con netta sensazione di freschezza e leggera nota aromatica. Retrogusto ammaliante e molto persistente, di buona complessità retro olfattiva.

ABBINAMENTI

Spaghetti vongole e pomodorini

REGIONE: PUGLIA

Puglia

La Puglia è una gigantesca zolla calcarea che si allunga per quasi un terzo dell'Italia, detenendo il primato italiano di estensione delle costa: 762 km bagnati dai mari Adriatico e Ionio.

Vino pugliese significa vino mediamente buono ed economico da bere a tutto pasto e quotidianamente. Questa regola ha trovato negli ultimi anni le sue eccezioni con vini che si sono raffinati stilisticamente muovendosi verso una maggior nitidezza e finezza, a cominciare dai Rosati, che qui si producono in modo significativo dagli anni '40. Anche sui rossi, dove continua a essere rilevante la produzione di Sangiovese, i vitigni che sono riusciti a trovare una propria identità territoriale come il Primitivo e il Negroamaro, che hanno scavalcato il Montepulciano in termini di ettari vitati, seguiti da Malvasia Nera e Nero di Troia, che si coltiva prevalentemente nella parte settentrionale della regione.

Un'altra tendenza da rilevare soprattutto nei bianchi è un progressivo abbandono di un gusto internazionale per rivolgersi a una maggiore territorialità, e questo ha spostato l'attenzione da vitigni come lo Chardonnay a varietà locali come Bombino Bianco, Malvasia Bianca, Pampanuto o Veredca, oltre che agli ottimi Fiano, Greco e Falanghina molto diffusi anche in Campania.

Tre vitigni rossi importanti come il Primitivo, il Negroamaro e l'Uva di Troia stanno riuscendo a dare una buona immagine di originalità alla regione, anche se gli appassionati a volte lamentano ancora la mancanza di una precisa territorialità nel momento dell'assaggio. I rosati rappresentano da sempre una bandiera importante per l'enologia pugliese e hanno fatto conoscere la regione nel mondo.

Regione
Puglia
Provenienza
Italia
Denominazione
Puglia IGT
Uve
Verdeca
Gradazione (% vol.)
14
Contenuto
75 Cl
Tipologia
Bianco
W4LDP7KZ

La famiglia Cantele gestisce con dinamismo e passione quest'azienda fondata quarant'anni fa. I vigneti aziendali, in cui sono presenti principalmente vitigni autoctoni, dal negroamaro al primitivo, dal susumaniello al fiano del Salento, sono situati fra Guagnano, Montemesola e San Pietro Vernotico, su suoli calcareo-argillosi profondi, di medio-alta permeabilità, permeabilità, in cui predominano le terre rosse, per vini dallo stile moderno che vogliono unire tipicità e bevibilità.  Davvero convincente il Salice Salentino Rosso Riserva. La versione 2015 presenta al naso sentori di frutti neri, leggere note di spezie e macchia mediterranea, mentre al palato la buona trama tannica e la fresca tensione acida ne fanno un vino sul frutto ma anche austero e dal finale lungo e nitido. Sullo stesso livello anche l'Amativo '15, blend di primitivo (60%) e negroamaro, dal palato ricco di frutto e dinamico, ancora segnato dal legno; ma tutti i vini presentati ci sono sembrati di ottimo livello.

Gambero Rosso

No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno anche comprato:

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.