Malvasia

Come i Moscati, anche le tipologie di Malvasia rappresentano una grande e composita famiglia di vitigni, coltivati in quasi tutte le regioni d'Italia e costituenti una popolazione geneticamente molto eterogenea, formata da almeno 17 varietà, per la maggior parte a bacca bianca ma anche a bacca nera, talune aromatiche e altre a sapore neutro. Comuni a tutte sono l'origine greca e l'etimologia del nome, che non può che derivare dalla cittadina greca di Monemvasia, situata nel Peloponneso e chiamata anche Monembasia o Monenvaxia. Il nome fu italianizzato in Malvasia dai veneziani che furono i primi a utilizzarlo. Monemvasia era un porto usato appunto dai mercanti veneziani fin dall' XI secolo e divenne presto un importante mercato di vini dove giungevano i Malvasia, per lungo tempo chiamati semplicemnet vino Cretico, prodotti nel Peloponneso, a Rodi, a Creta e nelle isole ioniche. Divenuta possesso diretto della Serenissima nel 1463, Monemvasia fu occupata dai Turchi un secolo più tardi e divenne definitivamente greca solo nel 1821.Il primo a parlare di numerose tipologie di Malvasia presenti nelle varie regioni italiane è Andrea Bacci verso la fine del Cinquecento: da quella data in poi tutti gli ampelografi italiani, e spesso anche quelli stranieri, si sono occupati del vitigno, tanto che sarebbe arduo e lunghissimo ricordarli tutti o anche solo citare gli innumerevoli sinonimi usati sei secoli per definire altrimenti i vari Malvasia. A mettere ordine nell'intricata matassa di inattendibili segnalazioni e false attestazioni generate in questo lungo periodo ha provveduto l'Istituto Sperimentale per la Viticoltura di Conegliano: partendo da un campione di 30 accessioni diverse di Malvasia ha operato una serie di minuziose analisi ampelografiche, isoenzimatiche, chimiche e molecolari che hanno portato all'identificazione di 17 varietà. Molte di esse, soprattutto quelle a bacca bianca, sono accomunate dal particolare sapore aromatico delle uve, più lieve nel Malvasia Bianca di Candia, più intenso nel Malvasia Lunga o del Chianti, più fine del Malvasia Istriana e fortemente marcato nel Malvasia Bianca di Candia Aromatica

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.