Barbaresco

Il Barbaresco, da uve Nebbiolo al 100%, ha caratteristiche assai simili al Barolo, anche se tradizionalmente è ritenuto più gentile e meno impegnativo. La zona di produzione è, in effetti, un po’ più calda e la vendemmia avviene con qualche giorno d’anticipo rispetto alla zona del Barolo. Il nome Barbaresco nasce alla fine del XIX secolo e da allora diviene sempre più celebre nel mondo, arrivando a conseguire la Denominazione di Origine Controllata nel 1966 e quella Garantita nel 1980. Dal 2009 le estensioni e i nomi dei vigneti sono definiti, analogamente al Barolo, nel Disciplinare di produzione attraverso le Menzioni Geografiche Aggiuntive. È in assoluto uno dei più grandi vini d’Italia e del mondo, in grado di migliorare in bottiglia per molti anni grazie a un complesso ventaglio aromatico e a una struttura importante sia a livello di tannini sia di acidità. Invecchiamento obbligatorio di almeno 26 mesi (50 per la versione Riserva), di cui 9 in legno, prima della commercializzazione. I comuni interessati alla produzione del Barbaresco sono 4: Barbaresco, Neive e Treiso, cui si aggiunge una piccola porzione del comune di Alba in località San Rocco Seno d’Elvio. Il Barbaresco soffre di un poco comprensibile complesso di inferiorità nei confronti del Barolo, il che comporta spesso prezzi più contenuti. Ma non mancano piccole e medie cantine che lavorano con impegno in vigna e in cantina. Anche qui, come nel Barolo, vi sono differenze stilistiche tra i produttori, con Ca’ Romé, Castello di Neive, Giuseppe Cortese e la cantina sociale Produttori del Barbaresco a realizzare vini più austeri e classici, mentre Gaja, Moccagatta, Bruno Rocca e Sottimano propendono per vini pieni e vellutati, di taglio più internazionale. La produzione annua è di poco superiore ai 4 milioni di bottiglie, in leggero aumento.

Product added to wishlist

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.