Frappato

Non è sicura, per quanto molto probabile, l'origine vittoriese di questo vitigno. Nel comprensorio di Vittoria, oggi provincia di Ragusa, la varietà è conosciuta e coltivata almeno din dal XVII secolo. Alcuni autori, non si sa esattamente sulla base di quali elementi, ne danno invece una nascita spagnola. Certo è che il barone Antonio Amendola così scrive: "L'antica nomea dei vini di Vittoria risulta dalla felicità del sito e soprattutto dall'eccellenza del vitigno Frappato". La varietà non ha mai conosciuto momenti di declino, andando storicamente a rappresentare una spalla ideale per gli uvaggi con il più potente e scorbutico Nero d'Avola, in particolare nelle Doc Cerasuolo di Vittoria ed Eloro. Conosciuto nel Siracusano con i sinonimi Surra e Nero Capitano, è stato iscritto al registro Nazionale delle Varietà di Vite nel 1970. Il nome Frappato deriva probabilmente da una corruzione del termine "fruttato". Il Frappato è molto diffuso nel Ragusano, in particolare nel comprensorio vitivinicolo di Vittoria, nella Valle dell'Acate. La sua presenza in altre aree della Sicilia è andata progressivamente ridimensionandosi: restano oggi qualche traccia nel Siracusano e rari filari altrove sull'isola.

Desc

9 Oggetti

per pagina
Desc

9 Oggetti

per pagina
To Top